Posts Tagged ‘la nuova bussola quotidiana’

Luigi Negri, un vescovo senza pietà per i bimbi

Luigi Negri, già vescovo di Ferrara, sulla rivista on-line “lanuovabq.it” pubblica una lettera
contro le bimbe e ragazze vittime della strage di Manchester al concerto di Ariana Grande.


Bimbi e bimbe, ragazzi e ragazze, che per Mons. Negri,
persino indesiderati,
sono vissuti senza ragioni,
hanno vissuto una vita sprecata
e sprecati sono morti.

Negri: avete vissuto senza ragioni

Stamani su Radio24, un fan di Mons. Negri, incazzato telefona dicendo che su Negri si dicono falsità su questa lettera.

Eppure la lettera è sul sito di laNuovaBussolaQuotidiana, la rivista on-line dei cattolici fondamentalisti e integralisti.


E’ una summa di attacchi contro le bimbe, bimbi, ragazze e ragazzi,
ma anche contro i genitori delle vittime,
e ancora contro l’uso della psicanalisi,
ritrovando le sue ragioni, e stringendolo a sé persino citandolo, anche nel cardinale conservatore Robert Sarah,
quello elogiato dal papa Ratzinger
il “monaco” “nascosto” “silenzioso” (!) in Vaticano.

Ecco cosa scrive il vescovo Luigi Negri alle vittime:

“anche se non vi conosco
[…]

Siete venuti al mondo, molte volte neanche desiderati, e nessuno vi ha dato delle «ragioni adeguate per vivere»,
[…]

siete morti così,
quasi senza ragioni come avevate vissuto.
[…]

vi faranno un “ottimo” funerale in cui si esprimerà al massimo questa bolsa retorica laicista con tutte le autorità presenti – purtroppo anche quelle religiose – in piedi, silenziose.
Naturalmente i vostri funerali saranno fatti all’aria aperta, anche per quelli che credono, perché ormai l’unico tempio è la natura.
[…]

celebrerò la messa per tutti voi il giorno del vostro funerale perché dall’altra parte
incontriate il volto carissimo della Madonna che, stringendovi nel suo abbraccio,
vi consolerà di questa vita sprecata,”
[…]

ingrandire

Vedi: http://www.lanuovabq.it/it/articoli-poveri-figli-della-societa-che-non-riconosce-il-male-19937.htm


Mi domando se questo uso strumentale e terroristico della religione da parte di mons. Luigi Negri,
non sia speculare all’uso che ne fa l’ISIS o il DAESH con l’Islam. ???

____________

Come far quadrare il cerchio?

“ma daiii! È solo un attacco contro gli adulti, i genitori incapaci… deficienti…. ”

.

Meglio mi sento,
attaccare adulti e genitori mentre piangono i propri figli…

.
ma perché non leggere

TUTTE le parole del vescovo Negri

scritte con la massima chiarezza
e
che suonano come una irrisione nei confronti di vite inutili come quelle di questi ragazzini ?

Dove mi sono trovato a distorcere il testo di Negri, sempre così chiaro?

.

Perché irridere ai genitori dei ragazzini morti ?

Come prendere a calci un genitore che piange sul cadavere del figlio morto !

.

Negri non conosce tempi più opportuni per analisi sociologiche
che sbavare su cadaveri caldi e sbudellati dalla bomba stragista?

.

Anche taluni vescovi sanno mostrare il peggio sul dolore degli altri,

mostrandosi degni eredi di Caifa.

__________________________
PLAUDONO a Mons. Nergri

– Il Blog cattolico-reazionario “MessaInLatino


__________________________
COSA SCRIVE LA STAMPA sulla lettera del vescovo Negri:

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2017/05/23/news/negri_vittime_manchester-166228284/

http://www.giornalettismo.com/archives/2217777/attentato-manchester-vescovo-ferrara-luigi-negri/

http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/cronaca/manchester-attentato-negri-1.3144049

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2017/24-maggio-2017/gli-islamici-vescovo-ferrara-siamo-prime-vittime-terrorismo-2401612859088.shtml

“Negri su Manchester peggio di Salvini” di Raffaele Rinaldi

Annunci

Orfanotrofi lager e neonati in vendita. Family day

Orfanatrofi e Family day

Orfanotrofi lager e neonati in vendita.
Così in quarant’anni ho visto cambiare la famiglia

Melita Cavallo,
presidente del Tribunale per i minori di Roma, in pensione.

.
Per 40 anni ha difeso l’infanzia
violata e abusata
nei tribunali
di Milano,
di Napoli,
di Roma.

Quando ho cominciato a fare il magistrato
l’Italia era piena di figli.

I bambini non avevano voce.
Potevano essere
comprati,
venduti.

Ricordo i loro occhi spaventati.

Per questo ho deciso di dedicarmi alla giustizia minorile“.

Negli anni ’70,
quando ho iniziato,
la condizione dell’infanzia era disastrosa.

.
A Milano c’erano i figli degli immigrati calabresi e siciliani
che non riuscivano a integrarsi,
e spesso finivano nelle case di correzione.
Ma a Napoli accadeva di tutto“.

.
Tra i poveri
chi aveva molti figli
li vendeva a chi non ne aveva.

Poi venivano in tribunale chiedendo di legittimare quell’adozione di fatto.

Me li mettevano sul tavolo.

“Lo faccia per la creatura, giudice...”.

.
Negli anni del terremoto dell’Irpinia fu l’apice.

Migliaia di sfollati.
I cacciatori di bambini ne approfittarono senza scrupoli.

Abbiamo lavorato moltissimo per ricostituire i nuclei familiari“.

.
non sono storie di ieri.
E ancora oggi abbiamo notizie di compravendite“.

.
Accadeva nelle famiglie ricche.
Il marito pagava una qualche ragazza sfortunata,
la metteva incinta,
poi questa scompariva,
l’uomo riconosceva il bambino,
in tribunale la moglie chiedeva l’adozione del figlio del marito…”.

.
Ora
Verso i bambini c’è più rispetto,
e la grande differenza è che oggi la Giustizia li ascolta.

Prima quasi mai venivano creduti.

Le vittime venivano messe a confronto con chi le aveva violentate.

Per paura molte ragazze ritrattavano.

Una mi disse che scagionava il padre colpevole perché non voleva più vederlo“.

.
.

Melita, classe 1943,
“siamo nati sotto le bombe,
forse è per questo che la mia generazione è così tenace”,
è stata testimone della metamorfosi della famiglia.

Oggi a più di 70 anni ne abbraccia il cambiamento.
Spiazzando

___________________
da:
La giudice coraggio e i diritti dei bambini: “Vi spiego perché i gay possono adottare”
di MARIA NOVELLA DE LUCA – La Repubblica
http://www.repubblica.it/cronaca/2016/01/02/news/la_giudice_coraggio_e_i_diritti_dei_bambini_vi_spiego_perche_i_gay_possono_adottare_-130510841/?refresh_ce

Family Day, il dramma delle suore Trappiste di clausura

Trappist nuns against civil rights ?

Trappistinnen gegen Bürgerrechte ?

Vitorchiano, nuns against gay families

Le Suore di Vitorchiano pagano il viaggio a tutti per il FAMILY DAYSuore Trappiste di Vitorchiano al FAMILY DAY - Roma 30 gennaio 2016

Mail dalle suore di clausura trappiste
della Repubblica Ceca
e di Vitorchiano.

Suor Lucia, badessa delle trappiste di Praga ha mobilitato il suo convento e quello d’origine pregando tutti di andare a Roma per il Family Day il 30 gennaio prossimo:

…………………………………………
Carissimo,
dí a tutti da parte mia
(puoi girare questo e-mail a chi vuoi)
che per amore dei più deboli, i nostri bambini e i nostri ragazzi,
DEVONO
andare e non fare come Pilato!!

Un peccato di omissione può essere peggio di molti altri peccati.

Noi qui siamo 25, siamo suore di clausura e non possiamo andare.
CHI VUOLE ANDARE AL POSTO DI OGNUNA DI NOI?

E’un favore personale che chiediamo a degli amici.

Rimborseremo le spese del viaggio.

Noi preghiamo, adoriamo, digiuniamo.

Voi andateci.
E’ in nome della comunione tra laici e suore di clausura che ve lo chiedo.

A Carron dite che ve lo chiediamo noi monache di clausura.

Inoltre assieme a Bagnasco ve lo chiede la chiesa italiana che é rappresentata da lui e non da altri, per la grazia di stato del mandato di presidente.

Gira questo e-mail a tutti.
Grazie.

sr Lucia e le sorelle di Naší Paní
…………………………………………

___________________
da:

http://costanzamiriano.com/2016/01/19/noi-suore-di-clausura-vi-chiediamo-di-andare-al-family-day/

https://betaniasbar.wordpress.com/tag/suore-di-clausura-di-vitorchiano/

http://diaconiprenestini.blogspot.it/2016/01/noi-suore-di-clausura-vi-chiediamo-di.html

http://vitorchiano.artecitta.it/scheda.php?PHPSESSID=i61863raukb8goji0egitev600&idOpera=270

http://www.edizionitrappiste.it/chi-siamo.asp

http://www.giuliocavalli.net/2016/01/20/tutti-al-family-day-offrono-le-suore-clausura/

http://www.nextquotidiano.it/dramma-le-suore-trappiste-non-possono-andare-al-family-day/

Family day, cattolici al bivio

chiesa nel mondo al bivio

“C’è un vasto mondo di credenti,
sostanzialmente a favore del ddl Cirinnà,

che
indubbiamente oggi è privo di rappresentanza,
ma
è sprovvisto di una voce pubblica in grado di rappresentarlo;

dopo gli anni del ruinismo,
il dissenso è stato espulso dal modo d’essere del laicato impegnato,

e oggi fa fatica a riprendere liberamente voce.

D’altro canto la Chiesa dovrà sbrigarsi ad aggiornare i proprio parametri e compiere delle scelte:

l’Italia è sempre più una società plurale
sotto il profilo
– culturale,
– antropologico,
– religioso,
– sociale

– che partecipa dei mutamenti in corso in Europa e a livello globale.

La scelta,
anche sul piano ecclesiale,
è
– fra i ‘crociati’ e papa Francesco,
– fra fratellanza e esclusione,
– fra fondamentalismo e cittadinanza.

Il cristianesimo nel suo complesso,
con le sue diverse chiese e anime, quale componente essenziale della storia e del patrimonio dei popoli europei,

si trova ora in questo passaggio,
delicato e cruciale,
della sua storia.”

______________

da:
La Chiesa italiana al bivio, fra family day e confronto sui diritti – Francesco Peloso – 23 gennaio 2016
http://www.unita.tv/focus/la-chiesa-italiana-al-bivio-fra-family-day-e-confronto-sui-diritti/

http://www.unita.tv/author/francesco-peloso/

Diritti per tutti ? Perchè no ?

Pamela Villoresi Nonna arcobaleno

http://27esimaora.corriere.it/articolo/io-nonna-arcobaleno-chiedo-per-mia-nipote-uguali-diritti/

Family day, conoscono la famiglia ?

a family day

“sarebbe necessario approfondire, almeno una volta.

Di cosa si parla, quando si parla di famiglia?

Anche i credenti,
a cosa pensano quando dicono che la famiglia è naturale?

Quando hanno cominciato a pensare così, i Cristiani?

Da quando la parola famiglia, che nella sua etimologia indoeuropea indica un insieme di persone,
coincide con la coppia di uomo e donna?

C’è un’ampia gamma di indagini e risposte possibili, e altre ne possono scaturire.”

____
Lo slalom del cardinale – Bia Sarasini – “il manifesto” del 26 gennaio 2016
http://ilmanifesto.info/lo-slalom-del-cardinale/

Family day, crociata per avere più matrimoni religiosi

family day crociata crusade

“non è impedendo ai gay di sposarsi
-anche se la Chiesa non è d’accordo col matrimonio omosessuale-

negando le unioni civili

che
noi salveremo le nostre famiglie.

La famiglia non è in crisi per le unioni civili

i matrimoni delle persone omosessuali.

La famiglia è in crisi perché noi -noi cattolici –
l’abbiamo imbevuta
di individualismo,
di falsi bisogni,
di consumismo,
di rassegnazione
che poi si rovescia in rivendicazione.

Perché i nostri nonni sono all’ospizio?

Perché non c’è la famiglia intergenerazionale allargata?

Perché i nostri figli vogliono convivere
-cioè rifiutano l’istituto matrimoniale- e
invece le persone omosessuali desiderano tale istituzione?

Perché non c’è più solidarietà tra le famiglie
e siamo tutti preoccupati della nostra privacy e autonomia?
Cosa ci succede?

La famiglia è in crisi
non perché
ci sono le persone omosessuali
ma
perché, forse,
siamo noi persone cattoliche ed eterosessuali
ad averla tradita per primi,

comunque a non averla onorata nel modo più pieno.”

—–
«Credo che sabato abbiamo perso tutti. Provo a dirvi perché» – don Mauro Leonardi – 23/06/2015
http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2015/06/23/chiesa/credo-che-sabato-abbiamo-perso-tutti