Posts Tagged ‘Marco Tosatti’

Antonio Righi o della disonestà intellettuale

antonio-righi-3-disonesta-intellettuale

antonio-righi-disonesta-intellettuale

antonio-righi-2-disonesta-intellettuale

antonio-righi-4-disonesta-intellettuale

Chi è Antonio Righi ?

Viene riportato un suo articolo su quattro siti tradizionalisti:

Messainlatino
Libertà e persona
Cronicas de papa francisco
cardinalburke.blogspot.it

Un articolo giornalistico sembra ripreso dal quotidiano belpetriano “La Verità” !!!!!

Mi fermo su un solo aspetto da me conosciuto personalmente, che la dice lunga sulla credibilità delle sentenze di Antonio Righi.

Intanto come tutti i tradizionalisti/fondamentalisti cattolici crea artatamente due opposizioni:

gli amanti di Benedetto XVI

e dall’altra,

gli “adoratori” di Francesco.

Sorvolo sugli amanti di Benedetto XVI, che leggo sui blog e su stampa.

Sorvolo su Alberto Melloni e Marco Politi che molte volte ho ascoltato di persona e non mi pare che rispondano all’immagine che ne fa Antonio Righi, ma siccome la conoscenza non è approfondita non entro nel merito.

Non sorvolo sul Giornalista Vaticanista Luigi Accattoli, che leggo da decenni, e che dal 2007 seguo quotidianamente sul suo personale BLOG.

Dunque afferma falsamente Antonio Righi:

“il fronte progressista di […] Luigi Accattoli,
a celebrare invece, con dosi massicce di incenso e appositi turiboli, “le magnifiche sorti e progressive” della nuova chiesa di Francesco. “

Ora se già definire Accattoli un “progressista” mi pare una boutade, perché non è mai apparso alla guida di alcun fronte, è un normale cristiano cattolico, impegnato in una normale parrocchia cattolica e impegnato sull’unico fronte che è quello della ecclesialità italiana,

appare estremamente disonesto che Antonio Righi, formuli una geometria (amanti di Benedetto e adoratori di Francesco) in cui inserisca Luigi Accattoli nella sua visione di un partito posto come ad adoratore di un vitello d’oro.

Perché?

E’ semplicemente impossibile fare l’elenco della mole interminabile di materiale prodotto da Luigi Accattoli, in cui da esperto vaticanista si pone a fare “letture” di formidabile equilibrio sotto tutti i pontificati da Giovanni Paolo II in poi, passando per Benedetto e fino a Francesco, lavorando come giornalista.

Il Blog di Luigi Accattoli, da lui aperto nel 2007, quindi dopo meno di due anni dall’inizio di pontificato di Benedetto XVI, è li a dimostrare con la sua numerosa mole di post, conferenze e articoli, che Accattoli non si è posto verso alcun papa come adoratore,
ma è stato sempre attento e rispettoso, equilibrato, verso ogni papa e a mio modesto parere, fin troppo…

La mole della documentazione è immensa, tanto che è inutile fare singole citazioni,
perché il Blog di Luigi Accattoli è sempre lì nella Blogosfera con tutto il suo archivio da consultare.

In questo per fortuna, Accattoli, non è come il giornalista convertito Marco Tosatti di cui mi resta indimenticabile lo scorso anno il suo annuncio su Twitter della morte di Benedetto XVI, per poi farlo sparire dopo due ore. Ricorda Tosatti? Ricorda da chi aveva preso la notizia Tosatti? Ricorda Tosatti anche perché ha dato la notizia senza prima verificarla?

Nel mondo della POST-VERITA’, e della VERITA’ LIQUIDA,
cattolici fondamentalisti e tradizionalisti
stanno dando un loro straordinario e concreto apporto, in questo andando a braccetto da bravi compagni di merende con i più spudorati laicisti anticattolici.

Occorrerebbe, per questo, istituire una Giornata della Memoria,
per
non dimenticare la liquidità delle informazioni giornalistiche
che affondano nella disonestà.

Il Blog “Chiesaepostconcilio”: il card. Christoph Schönborn un frocio con problemi psichiatrici

Il frate domenicano cardinal Christoph Schönborn,
arcivescovo di Wien(Vienna)
è un frocio con problemi psichiatrici conseguenti al divorzio dei genitori.
da:(chiesaepostconcilio.blogspot.it – Lupus et Agnus – 12 agosto 2016 14:53 )
https://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/08/o-mia-patria-si-bella-e-perduta-la_12.html
vedi immagine:ChiesaePostConcilio - card Christoph Schönborn è un frocio con problemi psichiatrici
———————————–

L’Esortazione Post-Sinodale di Papa Francesco “Amoris laetitia”
piace tanto al cardinal Christoph Schönborn
perché finalmente
non si vergognerà più dei suoi nobili genitori divorziati.

L’ “Amoris laetitia” ha sanato una sua vecchia ferita che tanto ha inciso su di lui…

da: (chiesaepostconcilio.blogspot.it – RR ha detto… 8 luglio 2016 13:28 )
http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/07/lo-scandaloso-elogio-di-bergoglio.html
vedi immagine:ChiesaePostConcilio - Christoph Schönborn non si vergognerà più dei suoi genitori divorziati.

———————————–

Il sito della setta tradizionalista-fondamentalista cattolica
è guidato e pare amministrato da Maria Guarini.

Il sito abbonda in legittimi giudizi teologici soggettivi
che
permangono legittimi perché ogni forma di pensiero soggettiva è legittima.

Ma in base a cosa Maria Guarini
non ha nulla da dire
che
un vescovo cattolico,
religioso domenicano,
in piena operatività pastorale,
venga definito sul suo cattolicissimo blog

affetto da problemi psichiatrici conseguenti al divorzio dei genitori ???

Si sta affermando che il vescovo è affetto da turbe psicologiche perché i genitori sono divorziati ?

I figli dei divorziati sono quindi destinati ad essere dei turbati psichici ?

E’ questo che come cattolici cara cattolica Maria Guarini sta lasciando affermare ?

Genitori divorziati = figli pazzi ?

Anno   del   Signore 2016…..

Chi è il card. Christoph Schönborn ? (clicca sulla foto)

Chi è il card. Christoph Schönborn ?
(clicca sulla foto)

.

Sì,
perché quello che è grave
è
definire che i figli di genitori divorziati siano soggetti alla follia, a turbe psichiche.

cardinal Raymond Leo Burke

cardinal Raymond Leo Burke protettore di tutte le sette di cattolici tradizionalisti e fondamentalsti nel mondo

.

Al contrario
non mi pare di alcuna gravità
che
nel blog di Maria Guarini si affermi che il cardinale sia gay anche se non si comprende in base a cosa lo si possa affermare…. Frequentazione del commentatore, ???? effeminatezza del cardinale ????….. eccentricità ?????…..foggia crativa ???

.
Ma
visto che il cardinale Schönborn è un religioso che ha fatto voto di povertà, castità e obbedienza e se si attiene con abnegazione a questi voti dove è il problema ????

La Congregazione per la Dottrina della Fede
da vari decenni
ha un alto numero di monsignori omosessuali sin dal suo vecchio Prefetto e geniale teologo, il cardinal Ratzinger, come molti di noi cattolici hanno sempre sospettato.

Ratzinger come semplice prete diocesano, non fa voto di povertà e castità
ma
fa soltanto promessa di celibato e generalmente di vita da prete solitario, contrariamente ad un religioso che conduce vita comunitaria-familiare in un convento.

Il prete accetta il consiglio evangelico della castità solo come dato simbolico-profetico per il Regno dei Cieli per un dato culturale del tardo medioevo.

Come cattolico non vedo dove sia il problema dell’omosessualità comunque non provata sia in Schönborn che in Ratzinger.

D’Altronde come si fa a dare prova di omosessualità ?

Ci sono
padri e madri omosessuali,
mogli e mariti omosessuali,
preti e religiosi, suore e papi omosessuali.

Certo nella maggior parte di costoro tutto va bene finchè hanno la capacità di rispettare gli impegni eterosessuali o clericali o religiosi presi.

La maggior prova fornita dal cardinal Ratzinger di un forte conflitto relativo alla sfera sessuale certamente sono stati i documenti su cui ha cercato di fornire dogmatismi civili e religiosi per combattere altri modi diversi di vivere l’affettività che non fossero a sua propria immagine, e questo in una epoca in cui ormai è chiaro che il dato della sessualità/affettività non appartiene alla sfera religiosa quanto piuttosto alla sfera della psiche e che alla sfera della fede appartiene la capacità della responsabilità nella vita di relazione come è chiaro nel libro del Genesi e di Matteo.

Dunque
da cristiano non vedo problemi nei vescovi e papi gay che vivano in castità alla maniera dell’omosessuale cattolico del blog Eliseo del Deserto che dice di aver scelto la castità.

Ma resta la TERRIBILE domanda ?

Perché cara Maria Guarini
sul tuo blog si può affermare gratuitamente
che l’Arcivescovo Christoph Schönborn

– sia affetto da problemi psichici ?
– si serva dell’Esortazione Post-Sinodale Amoris Laetitia per non vergognarsi dei genitori divorziati ???

E’ questa la lezione che noi cattolici diamo ?

Se così è,
allora,
quale è la differenza tra noi cattolici e gli orridi fondamentalisti dell’ISIS ?

Gay, fate schifo – Metro A – Roma

Gay fate schifo - fotografato su banchina Metro A Lepanto Roma 14.06.2016
Gay made you disgust”fate schifo”, wrote in the subway, Roma, Line A, near St. Peter
jun. 13 2016

“Fate schifo”
Fotografato sulla pedana di attesa Metro linea A “Lepanto”  Roma il 13 giugno 2016 .

Ma anche sul web
fondamentalisti
conservatori, cattolici ma anche non-cattolici, quanto evangelici di nuova generazione,…..

Nicoletta, Gialuca, forse i gay smeritati strage OrlandoItalian evangelic foundamentalist: massacre in Orlando, the righteous judgment of God against gays

Sul web si tarocca tutto,
vorrei che le espressioni di Nicoletta e Gianluca fossero dei taroccamenti,
e magari loro stessi potrebbero dirlo,
lo spero.

PER NON DIMENTICARE

Ma correva l’anno Novembre 2015….
era l’augurio di Generazione Famiglia – Manif pour Tous (fundamentalist Christians Italian)

l’ISIS  in culo alle persone omosessuali
(ISIS in the ass gay people),

DETTO….
FATTO…

Generazione Famiglia - Manif pour tous - ISIS in culo ai GAYgay people are friendly ISIS IS Daesh for fundamentalist Christians Italian

http://letteradonna.it/203724/facebook-vignetta-anti-gay-isis-dopo-attentati-parigi-polemica/

RIFERIMENTI:

https://twitter.com/hashtag/GianlucaColucci?src=hash

https://twitter.com/hashtag/NicolettaCiliento?src=hash

https://twitter.com/search?q=gianluca%20colucci&src=typd

https://twitter.com/hashtag/strageorlando?src=hash

Orfanotrofi lager e neonati in vendita. Family day

Orfanatrofi e Family day

Orfanotrofi lager e neonati in vendita.
Così in quarant’anni ho visto cambiare la famiglia

Melita Cavallo,
presidente del Tribunale per i minori di Roma, in pensione.

.
Per 40 anni ha difeso l’infanzia
violata e abusata
nei tribunali
di Milano,
di Napoli,
di Roma.

Quando ho cominciato a fare il magistrato
l’Italia era piena di figli.

I bambini non avevano voce.
Potevano essere
comprati,
venduti.

Ricordo i loro occhi spaventati.

Per questo ho deciso di dedicarmi alla giustizia minorile“.

Negli anni ’70,
quando ho iniziato,
la condizione dell’infanzia era disastrosa.

.
A Milano c’erano i figli degli immigrati calabresi e siciliani
che non riuscivano a integrarsi,
e spesso finivano nelle case di correzione.
Ma a Napoli accadeva di tutto“.

.
Tra i poveri
chi aveva molti figli
li vendeva a chi non ne aveva.

Poi venivano in tribunale chiedendo di legittimare quell’adozione di fatto.

Me li mettevano sul tavolo.

“Lo faccia per la creatura, giudice...”.

.
Negli anni del terremoto dell’Irpinia fu l’apice.

Migliaia di sfollati.
I cacciatori di bambini ne approfittarono senza scrupoli.

Abbiamo lavorato moltissimo per ricostituire i nuclei familiari“.

.
non sono storie di ieri.
E ancora oggi abbiamo notizie di compravendite“.

.
Accadeva nelle famiglie ricche.
Il marito pagava una qualche ragazza sfortunata,
la metteva incinta,
poi questa scompariva,
l’uomo riconosceva il bambino,
in tribunale la moglie chiedeva l’adozione del figlio del marito…”.

.
Ora
Verso i bambini c’è più rispetto,
e la grande differenza è che oggi la Giustizia li ascolta.

Prima quasi mai venivano creduti.

Le vittime venivano messe a confronto con chi le aveva violentate.

Per paura molte ragazze ritrattavano.

Una mi disse che scagionava il padre colpevole perché non voleva più vederlo“.

.
.

Melita, classe 1943,
“siamo nati sotto le bombe,
forse è per questo che la mia generazione è così tenace”,
è stata testimone della metamorfosi della famiglia.

Oggi a più di 70 anni ne abbraccia il cambiamento.
Spiazzando

___________________
da:
La giudice coraggio e i diritti dei bambini: “Vi spiego perché i gay possono adottare”
di MARIA NOVELLA DE LUCA – La Repubblica
http://www.repubblica.it/cronaca/2016/01/02/news/la_giudice_coraggio_e_i_diritti_dei_bambini_vi_spiego_perche_i_gay_possono_adottare_-130510841/?refresh_ce

Family Day, il dramma delle suore Trappiste di clausura

Trappist nuns against civil rights ?

Trappistinnen gegen Bürgerrechte ?

Vitorchiano, nuns against gay families

Le Suore di Vitorchiano pagano il viaggio a tutti per il FAMILY DAYSuore Trappiste di Vitorchiano al FAMILY DAY - Roma 30 gennaio 2016

Mail dalle suore di clausura trappiste
della Repubblica Ceca
e di Vitorchiano.

Suor Lucia, badessa delle trappiste di Praga ha mobilitato il suo convento e quello d’origine pregando tutti di andare a Roma per il Family Day il 30 gennaio prossimo:

…………………………………………
Carissimo,
dí a tutti da parte mia
(puoi girare questo e-mail a chi vuoi)
che per amore dei più deboli, i nostri bambini e i nostri ragazzi,
DEVONO
andare e non fare come Pilato!!

Un peccato di omissione può essere peggio di molti altri peccati.

Noi qui siamo 25, siamo suore di clausura e non possiamo andare.
CHI VUOLE ANDARE AL POSTO DI OGNUNA DI NOI?

E’un favore personale che chiediamo a degli amici.

Rimborseremo le spese del viaggio.

Noi preghiamo, adoriamo, digiuniamo.

Voi andateci.
E’ in nome della comunione tra laici e suore di clausura che ve lo chiedo.

A Carron dite che ve lo chiediamo noi monache di clausura.

Inoltre assieme a Bagnasco ve lo chiede la chiesa italiana che é rappresentata da lui e non da altri, per la grazia di stato del mandato di presidente.

Gira questo e-mail a tutti.
Grazie.

sr Lucia e le sorelle di Naší Paní
…………………………………………

___________________
da:

http://costanzamiriano.com/2016/01/19/noi-suore-di-clausura-vi-chiediamo-di-andare-al-family-day/

https://betaniasbar.wordpress.com/tag/suore-di-clausura-di-vitorchiano/

http://diaconiprenestini.blogspot.it/2016/01/noi-suore-di-clausura-vi-chiediamo-di.html

http://vitorchiano.artecitta.it/scheda.php?PHPSESSID=i61863raukb8goji0egitev600&idOpera=270

http://www.edizionitrappiste.it/chi-siamo.asp

http://www.giuliocavalli.net/2016/01/20/tutti-al-family-day-offrono-le-suore-clausura/

http://www.nextquotidiano.it/dramma-le-suore-trappiste-non-possono-andare-al-family-day/

Family day, cattolici al bivio

chiesa nel mondo al bivio

“C’è un vasto mondo di credenti,
sostanzialmente a favore del ddl Cirinnà,

che
indubbiamente oggi è privo di rappresentanza,
ma
è sprovvisto di una voce pubblica in grado di rappresentarlo;

dopo gli anni del ruinismo,
il dissenso è stato espulso dal modo d’essere del laicato impegnato,

e oggi fa fatica a riprendere liberamente voce.

D’altro canto la Chiesa dovrà sbrigarsi ad aggiornare i proprio parametri e compiere delle scelte:

l’Italia è sempre più una società plurale
sotto il profilo
– culturale,
– antropologico,
– religioso,
– sociale

– che partecipa dei mutamenti in corso in Europa e a livello globale.

La scelta,
anche sul piano ecclesiale,
è
– fra i ‘crociati’ e papa Francesco,
– fra fratellanza e esclusione,
– fra fondamentalismo e cittadinanza.

Il cristianesimo nel suo complesso,
con le sue diverse chiese e anime, quale componente essenziale della storia e del patrimonio dei popoli europei,

si trova ora in questo passaggio,
delicato e cruciale,
della sua storia.”

______________

da:
La Chiesa italiana al bivio, fra family day e confronto sui diritti – Francesco Peloso – 23 gennaio 2016
http://www.unita.tv/focus/la-chiesa-italiana-al-bivio-fra-family-day-e-confronto-sui-diritti/

http://www.unita.tv/author/francesco-peloso/

Diritti per tutti ? Perchè no ?

Pamela Villoresi Nonna arcobaleno

http://27esimaora.corriere.it/articolo/io-nonna-arcobaleno-chiedo-per-mia-nipote-uguali-diritti/