Archive for the ‘Fondamentalismi’ Category

Roma, Tradizionalisti, manifesti contro il Papa

4-feb-2017-manifesti-contro-papa-francesco

Stamattina 4 febbraio 2017 appaiono sui muri della Città di Roma questi manifesti

.

La Guerra di Religione portata avanti dai cattolici tradizionalisti e fondamentalisti

alza i toni

e affigge manifesti per il Centro della Città di Roma contro il papa Francesco.

I FANS dei siti e blog tradizionalisti e fondamentalisti

che scrivono ogni giorno del proprio malumore contro i cattolici e contro papa Francesco,

lanciano il sasso e nascondono la mano,

affiggendo sui muri di Roma
manifesti anonimi contro il Vescovo di Roma.

Molto interessante,
che ci siano dei club nella Chiesa che lottano rimanendo nascosti.

Sono tanti i laici che sostengono questa guerra,
basta andare sui siti di Maria Guarini, su quelli di Messainlatino etc.

Sono gente laica che anche nei siti/blog Tradizionalisti esplode in commenti rabbiosi, feroci e insultanti,
sempre dietro la maschera dell’anonimato.

Sono generalmente quei cattolici che vedono la chiesa come luogo di fruizione
di raccomandazioni,
di prebende,
di privilegi.

Hanno il terrore di metterci la faccia, il nome e cognome,
perché poi se hanno bisogno? della chiesa? della parrocchia?

Perché esporsi?

E allora ecco nella blogosfera, la rabbia dei tanti tradizionalisti e fondamentalisti,
tutti di ultima generazione 30-40enni,
che non conoscono nulla della Storia della Chiesa, ma sono per la maggior parte dei casi
autodidatti della religione.

Hanno preso la religione cattolica e se la sono ricucita addosso,
facendone delle leggi per gli altri
un cristianesimo fatto di regole,
e guai se gli altri non la osservano,

e guai se gli altri non vanno alla messa in latino.

Si sentono discepoli e figli spirituali del Card. Burke, del Card. Caffarra, del vescovo mons. Schneider, del Cardinal Brandmüller, del card. Meisner.

Maria Guarini dal sito/blog di “Chiesaepostconcilio” forse sentendosi chiamata in causa,
risponde stizzita a chi in queste ore spiega che “il poster è facilmente riconducibile agli ambienti conservatori che manifestano la loro opposizione al magistero”

E’ STAMPA DI REGIME,
DIDASCALIA DI REGIME.

Grida la Guarini!

Ma…

Non reagivano così anche i vecchi comunisti sovietici?

“Queste operazioni mi hanno fatto anche ricordare le brigate rosse.
Anche i brigatisti erano convinti che dietro di loro ci fossero masse pronte a fare la rivoluzione a cui bastasse dare una spintarella.
Sappiamo come è finita.”
(Commenta picchio sul Blog di Accattoli)

Vedi:
http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2017/02/a-roma-e-ritornato-pasquino.html

maria-guarini-chiesaepostconcilio-manifesti-contro-papa-francesco

tradizionalisti-alla-guerra-di-religione-maria-guarini-felice

esistenzialmente-periferico-tradizionalisti-maria-guarini

LA BLOGOSFERA DEI CATTOLICI TRADIZIONALISTI E FONDAMENTALISTI

tradizionalisti-alla-guerra-di-religione

Il pericolo nel DNA delle persone religiose…

clodine-claudia-leo-1-nel-blog-accattoli

clodine-claudia-leo-2-nel-blog-accattoli

clodine-claudia-leo-3-nel-blog-accattoli


.
Io sono più bravissimo e più cattolicissimo di te !

Che cosa debbo aspettarmi dalla psiche di chi fa queste affermazioni ?

In questo momento è la guerra di cattolici fondamentalisti contro altri cattolici,
che si sta svolgendo al momento
– sulla stampa,
– nella blogosfera,
– nelle piazze quando partecipano a manifestazioni populiste e di destra anche estrema.

Per ora è una Guerra di Religione tra cattolici, tra noi cattolici….

Tanti cattolici, in passato, hanno ucciso altri ritenendosi migliori.

Tanti protestanti luterani , in passato, hanno ucciso altri ritenendosi migliori.

Lo hanno fatto gli anglicani.

Lo hanno fatto gli islamici fedeli di Allah e ancora oggi lo fanno.

Lo fanno gli induisti in Oriente.

Ci sono cicli storici che si ripetono.

Forse fra 50 anni o 100 anni, anche noi cattolici riprenderemo a massacrare perché siamo migliori degli altri.

La rimozione della memoria storica promuove la coazione a ripetere.

Il pericolo nel DNA delle persone religiose…………. non nella religione…..

Antonio Righi o della disonestà intellettuale

antonio-righi-3-disonesta-intellettuale

antonio-righi-disonesta-intellettuale

antonio-righi-2-disonesta-intellettuale

antonio-righi-4-disonesta-intellettuale

Chi è Antonio Righi ?

Viene riportato un suo articolo su quattro siti tradizionalisti:

Messainlatino
Libertà e persona
Cronicas de papa francisco
cardinalburke.blogspot.it

Un articolo giornalistico sembra ripreso dal quotidiano belpetriano “La Verità” !!!!!

Mi fermo su un solo aspetto da me conosciuto personalmente, che la dice lunga sulla credibilità delle sentenze di Antonio Righi.

Intanto come tutti i tradizionalisti/fondamentalisti cattolici crea artatamente due opposizioni:

gli amanti di Benedetto XVI

e dall’altra,

gli “adoratori” di Francesco.

Sorvolo sugli amanti di Benedetto XVI, che leggo sui blog e su stampa.

Sorvolo su Alberto Melloni e Marco Politi che molte volte ho ascoltato di persona e non mi pare che rispondano all’immagine che ne fa Antonio Righi, ma siccome la conoscenza non è approfondita non entro nel merito.

Non sorvolo sul Giornalista Vaticanista Luigi Accattoli, che leggo da decenni, e che dal 2007 seguo quotidianamente sul suo personale BLOG.

Dunque afferma falsamente Antonio Righi:

“il fronte progressista di […] Luigi Accattoli,
a celebrare invece, con dosi massicce di incenso e appositi turiboli, “le magnifiche sorti e progressive” della nuova chiesa di Francesco. “

Ora se già definire Accattoli un “progressista” mi pare una boutade, perché non è mai apparso alla guida di alcun fronte, è un normale cristiano cattolico, impegnato in una normale parrocchia cattolica e impegnato sull’unico fronte che è quello della ecclesialità italiana,

appare estremamente disonesto che Antonio Righi, formuli una geometria (amanti di Benedetto e adoratori di Francesco) in cui inserisca Luigi Accattoli nella sua visione di un partito posto come ad adoratore di un vitello d’oro.

Perché?

E’ semplicemente impossibile fare l’elenco della mole interminabile di materiale prodotto da Luigi Accattoli, in cui da esperto vaticanista si pone a fare “letture” di formidabile equilibrio sotto tutti i pontificati da Giovanni Paolo II in poi, passando per Benedetto e fino a Francesco, lavorando come giornalista.

Il Blog di Luigi Accattoli, da lui aperto nel 2007, quindi dopo meno di due anni dall’inizio di pontificato di Benedetto XVI, è li a dimostrare con la sua numerosa mole di post, conferenze e articoli, che Accattoli non si è posto verso alcun papa come adoratore,
ma è stato sempre attento e rispettoso, equilibrato, verso ogni papa e a mio modesto parere, fin troppo…

La mole della documentazione è immensa, tanto che è inutile fare singole citazioni,
perché il Blog di Luigi Accattoli è sempre lì nella Blogosfera con tutto il suo archivio da consultare.

In questo per fortuna, Accattoli, non è come il giornalista convertito Marco Tosatti di cui mi resta indimenticabile lo scorso anno il suo annuncio su Twitter della morte di Benedetto XVI, per poi farlo sparire dopo due ore. Ricorda Tosatti? Ricorda da chi aveva preso la notizia Tosatti? Ricorda Tosatti anche perché ha dato la notizia senza prima verificarla?

Nel mondo della POST-VERITA’, e della VERITA’ LIQUIDA,
cattolici fondamentalisti e tradizionalisti
stanno dando un loro straordinario e concreto apporto, in questo andando a braccetto da bravi compagni di merende con i più spudorati laicisti anticattolici.

Occorrerebbe, per questo, istituire una Giornata della Memoria,
per
non dimenticare la liquidità delle informazioni giornalistiche
che affondano nella disonestà.

Il Blog “Chiesaepostconcilio”: il card. Christoph Schönborn un frocio con problemi psichiatrici

Il frate domenicano cardinal Christoph Schönborn,
arcivescovo di Wien(Vienna)
è un frocio con problemi psichiatrici conseguenti al divorzio dei genitori.
da:(chiesaepostconcilio.blogspot.it – Lupus et Agnus – 12 agosto 2016 14:53 )
https://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/08/o-mia-patria-si-bella-e-perduta-la_12.html
vedi immagine:ChiesaePostConcilio - card Christoph Schönborn è un frocio con problemi psichiatrici
———————————–

L’Esortazione Post-Sinodale di Papa Francesco “Amoris laetitia”
piace tanto al cardinal Christoph Schönborn
perché finalmente
non si vergognerà più dei suoi nobili genitori divorziati.

L’ “Amoris laetitia” ha sanato una sua vecchia ferita che tanto ha inciso su di lui…

da: (chiesaepostconcilio.blogspot.it – RR ha detto… 8 luglio 2016 13:28 )
http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/07/lo-scandaloso-elogio-di-bergoglio.html
vedi immagine:ChiesaePostConcilio - Christoph Schönborn non si vergognerà più dei suoi genitori divorziati.

———————————–

Il sito della setta tradizionalista-fondamentalista cattolica
è guidato e pare amministrato da Maria Guarini.

Il sito abbonda in legittimi giudizi teologici soggettivi
che
permangono legittimi perché ogni forma di pensiero soggettiva è legittima.

Ma in base a cosa Maria Guarini
non ha nulla da dire
che
un vescovo cattolico,
religioso domenicano,
in piena operatività pastorale,
venga definito sul suo cattolicissimo blog

affetto da problemi psichiatrici conseguenti al divorzio dei genitori ???

Si sta affermando che il vescovo è affetto da turbe psicologiche perché i genitori sono divorziati ?

I figli dei divorziati sono quindi destinati ad essere dei turbati psichici ?

E’ questo che come cattolici cara cattolica Maria Guarini sta lasciando affermare ?

Genitori divorziati = figli pazzi ?

Anno   del   Signore 2016…..

Chi è il card. Christoph Schönborn ? (clicca sulla foto)

Chi è il card. Christoph Schönborn ?
(clicca sulla foto)

.

Sì,
perché quello che è grave
è
definire che i figli di genitori divorziati siano soggetti alla follia, a turbe psichiche.

cardinal Raymond Leo Burke

cardinal Raymond Leo Burke protettore di tutte le sette di cattolici tradizionalisti e fondamentalsti nel mondo

.

Al contrario
non mi pare di alcuna gravità
che
nel blog di Maria Guarini si affermi che il cardinale sia gay anche se non si comprende in base a cosa lo si possa affermare…. Frequentazione del commentatore, ???? effeminatezza del cardinale ????….. eccentricità ?????…..foggia crativa ???

.
Ma
visto che il cardinale Schönborn è un religioso che ha fatto voto di povertà, castità e obbedienza e se si attiene con abnegazione a questi voti dove è il problema ????

La Congregazione per la Dottrina della Fede
da vari decenni
ha un alto numero di monsignori omosessuali sin dal suo vecchio Prefetto e geniale teologo, il cardinal Ratzinger, come molti di noi cattolici hanno sempre sospettato.

Ratzinger come semplice prete diocesano, non fa voto di povertà e castità
ma
fa soltanto promessa di celibato e generalmente di vita da prete solitario, contrariamente ad un religioso che conduce vita comunitaria-familiare in un convento.

Il prete accetta il consiglio evangelico della castità solo come dato simbolico-profetico per il Regno dei Cieli per un dato culturale del tardo medioevo.

Come cattolico non vedo dove sia il problema dell’omosessualità comunque non provata sia in Schönborn che in Ratzinger.

D’Altronde come si fa a dare prova di omosessualità ?

Ci sono
padri e madri omosessuali,
mogli e mariti omosessuali,
preti e religiosi, suore e papi omosessuali.

Certo nella maggior parte di costoro tutto va bene finchè hanno la capacità di rispettare gli impegni eterosessuali o clericali o religiosi presi.

La maggior prova fornita dal cardinal Ratzinger di un forte conflitto relativo alla sfera sessuale certamente sono stati i documenti su cui ha cercato di fornire dogmatismi civili e religiosi per combattere altri modi diversi di vivere l’affettività che non fossero a sua propria immagine, e questo in una epoca in cui ormai è chiaro che il dato della sessualità/affettività non appartiene alla sfera religiosa quanto piuttosto alla sfera della psiche e che alla sfera della fede appartiene la capacità della responsabilità nella vita di relazione come è chiaro nel libro del Genesi e di Matteo.

Dunque
da cristiano non vedo problemi nei vescovi e papi gay che vivano in castità alla maniera dell’omosessuale cattolico del blog Eliseo del Deserto che dice di aver scelto la castità.

Ma resta la TERRIBILE domanda ?

Perché cara Maria Guarini
sul tuo blog si può affermare gratuitamente
che l’Arcivescovo Christoph Schönborn

– sia affetto da problemi psichici ?
– si serva dell’Esortazione Post-Sinodale Amoris Laetitia per non vergognarsi dei genitori divorziati ???

E’ questa la lezione che noi cattolici diamo ?

Se così è,
allora,
quale è la differenza tra noi cattolici e gli orridi fondamentalisti dell’ISIS ?

Il vaticanista può falsificare ?

The Vatican journalist can fake?
strong
Quanto può essere credibile un Vaticanista ?


Il vaticanista è un giornalista che dà informazioni sulla vita della Chiesa Cattolica.


Non è necessario che il vaticanista sia cattolico.


Certo al Vaticanista non-cattolico si può perdonare la sua incomprensione verso la dinamica della vita del mondo cattolico.


Ma se il vaticanista è cattolico e scrive notizie false/verosimili ?


E’ questo che fa il vaticanista Marco Tosatti
che copre la fascia di informazione dei cattolici fondamentalisti ?


Sul vescovo emerito di Mechelen-Brussel, Malines-Bruxelles (Belgio), Mgr. André-Joseph Léonard fa affermazioni di cui non comprendo dove sia la veridicità.


Cosa afferma ?


Mgr. Leonard
– è stato silurato (buttato fuori), inspiegabilmente da (“nel regno”) papa Francesco,
– è stato congedato alla scadenza dei suoi cinque anni di servizio
– non gli hanno dato il cardinalato normalmente previsto


Come è possibile che un vaticanista “convertito” possa scrivere delle falsità ?


Marco Tosatti è il vaticanista di riferimento dei tradizionalisti, dei fondamentalisti, delle Sentinelle in Piedi, della Manif pour tous, dei no-gender, dei gay tradizionalisti.


Quale è la verità dei fatti ?



– nel 2010, a 70 anni Mgr. André-Joseph Léonard viene fatto Arcivescovo di Bruxelles-Malines(Belgio),


In conformità al decreto conciliare “Christus Dominus”, ripreso dal Codice di Diritto Canonico can. 401 § 1, da 50 anni circa, ogni vescovo al raggiungimento dei 75 anni deve presentare la rinuncia al governo pastorale.

(http://www.vatican.va/archive/ITA0276/_P1E.HTM)



– il 6 maggio 2015, al raggiungimento del 75° anno di età, Mgr. André-Joseph Léonard presenta nelle mani del Nunzio Apostolico la lettera di rinuncia al governo pastorale.


(http://www.famillechretienne.fr/eglise/vie-de-l-eglise/mgr-leonard-remet-sa-charge-episcopale-a-disposition-du-pape-166454)

(http://www.lalibre.be/actu/belgique/mgr-leonard-une-demission-trois-scenarios-5547725135704bb01c1ff29c)



– il 7 novembre 2015 l’Osservatore Romano ha pubblicato in prima pagina come di consueto le “Nostre Informazioni” e provviste di Chiesa tra cui risultava la Rinuncia dell’Arcivescovo di Malines-Bruxelles e Ordinario Militare per il Belgio e nomina del nuovo Arcivescovo e Ordinario Militare.


(http://vaticanresources.s3.amazonaws.com/pdf%2FQUO_2015_255_0711.pdf)

(https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2015/11/06/0859/01907.html)

(http://www.news.va/en/news/283656)


Era nella esclusiva facoltà del Papa, se ne avesse ravvisato l’esigenza, di chiedere al vescovo rinunciatario di rimanere ulteriormente al governo della diocesi.


Era previsto il normale cardinalato per Mgr. André-Joseph Léonard ?


E dove sta scritto ?


Non esiste un cardinalato previsto di “norma”. Non è scritto da alcuna parte.


E’ sempre stato una esigenza esclusiva di ogni papa nella storia fare cardinali, dal momento che li hanno inventati.
In questo ultimo secolo ci eravamo abituati a vedere che il papa faceva cardinale i vescovi di talune città, ma l’abitudine di un secolo, di due secoli, non è la norma.


Papa Francesco sta sradicando le abitudini che sanno di carriera/dominio piuttosto che di pastore e chiama al cardinalato (collaboratori) secondo la sensibilità dell’essere pastori alla sequela di Gesù invece che di carrieristi privilegiati.
L’intenzione di Francesco è buona ma non sappiamo se tutte “le ciambelle riescono con il buco”.


Rimane la domanda di fondo.


Come può un giornalista cattolico vaticanista piegarsi a strumentalizzare notizie alla propria ideologia ?


E’ credibile un tale giornalista ?


Risulta molto più credibile il Gianluigi Nuzzi

______________
Verifica su:
http://www.lastampa.it/2016/01/11/blogs/san-pietro-e-dintorni/lonard-appello-al-papa-3TrMriY7jg9j9wWKfkWJXO/pagina.html

https://twitter.com/MarcoTosatti

Cattolici-tradizionalisti incazzati su “migranti”

Catholics-traditionalist angry about “migrants”

Katholiken-traditionalistischen wütend über “Migranten”

Católicos-tradicionalista enojado por “migrantes”


24 settembre 2015


Il sito della setta Cattolico-Tradizionalista
di Maria Guarini(mic)

Maria Guarini(mic)CHIESAEPOSTCONCILIO contro migranti


Sarà per questo che il mondo dei cattolici-tradizionalisti
confina sempre verso l’estrema destra,
il leghismo
in attesa di una dittatura cristana.

Vallini: Gender, guerra al Comune di Roma e alle Scuole

14 settembre 2015
14 set 2015 - s.GiovanniLateranoConvegnoDiocesano(Vallini-Lonardo)


La platea è la nostra


Basilica di san Giovanni in Laterano

 Convegno Diocesano
Incontro con i Catechiesti di Roma
dalle ore 19 alle ore 21.

Dopo un’ora e 12 minuti di piatta lettura di una grigia relazione
ecco che il Cardinal Agostino Vallini,
parte a braccio accalorandosi:


«Oggi va in giro questa smania
di diffondere la teoria del gender


anche il nostro comune di Roma ha pubblicato un libro
in cui si prevedono corsi di formazione
per tutti i dipendenti del Comune
anche dell’Anagrafe,
anche le Guardie Comunali,
anche le Assistenti Sociali.


Ne prendiamo atto.


Permettete che io mi accalori un pò’ su questo,
ma perchè i genitori
nelle scuole non si coalizzano e dire:
noi non vogliamo
che questo travisamento della concezione della vita non venga insegnato ai nostri figli ?


Non è un dovere
non è una teoria scientifica di cui non si possa fare a meno,
noi dobbiamo entrare lì
e dire,
noi vogliamo che l’insegnamento preveda che si rispetti la natura.


Sono stato chiaro ?


Vi prego di prendere iniziative al riguardo.


domani succede la guerra a Roma !


ma io sono pronto a difendere queste idee
l’ho fatto anche privatamente.


Se non mi vedete tutti i giorni sui giornali,
non vuol dire che non intervengo,
lo faccio con discrezione e con rispetto delle Istituzioni,
ma lo faccio con chiarezza e senza rimandare nessuna allusione,
dicendo pane al pane, vino al vino,
questo sia chiaro.»

_______________________

Noi cattolici abbiamo bisogno di una guerra ?


Forse non è il caso che il Cardinale vicario di Roma,
prima si informi sugli Studi di Genere(gender studies)
nati e sviluppati per la pari dignità della donna ?


Possibile che alla sua venerabile età il cardinale non lo sappia ?
Ignori crassamente ?


Uscire dallo schema,
“maschio dominatore e femmina sottomessa”


è all’origine degli gender studies.


Certo,
probabilemente questo al cardinal Augusto Vallini non piace, perchè non riuscirebbe a coniugarla con la sottomissione paolina della donna.


Qualcuno può portare al cardinale documentazione informativa non ideologizzata da Fratelli d’Italia ?


Magari anche leggendo il documento dell’Ufficio Diocesano per la pastorale della Scuola
della Diocesi di Padova,
forse qualche dubbio gli può venire ?

http://www.diocesipadova.it/s2ewdiocesipadova/allegati/9390/Nota%20su%20questione%20gender_Ufficio%20scuola_18.8.2015.pdf


In una città come Roma,
con sacche di ignoranza e suburbana violenza da Tor Bellamonaca a Tor Sapienza, a casapound,
è un gesto di responsabilità promuovere una guerra culturale ?


E’ con questa guerra che ci dobbiamo distinguere noi cattolici ?