Pregare contro i gay

sentinelle in piedi

«Prof., sabato sera in piazza hanno pregato contro i gay».


Una mia alunna mi ha informato così
della veglia delle Sentinelle in piedi
svoltasi il 5 ottobre in più città contemporaneamente.


Per molti cattolici
questo movimento
è una difesa della famiglia fondata sul matrimonio.


Credo invece che sia il caso di aprire una riflessione critica.


Da marito e padre di tre figli
non mi sento difeso dalle sentinelle
e nemmeno ne avverto il bisogno.


Soprattutto,
perché l’essere a favore della famiglia
si risolve
nell’opporsi al ddl Scalfarotto
che estende la legge Mancino anti-discriminazioni ai casi di omofobia,
in quanto secondo loro impedirebbe la libertà di espressione.


Come se le sorti della famiglia
dipendessero da questo.


Le sentinelle
veglierebbero
– per i diritti delle madri lavoratrici,
– per gli asili nido,
– per dissociarsi dal pestaggio di un ragazzo gay?


La mia alunna
ha certamente male interpretato,
ma l’immagine che appare è questa,

se oltre al “no” alla legge non si pronunciano dei “sì”
– alla dignità delle persone omosessuali,
– alla condanna di violenze nei loro confronti,
– alla positività di due persone che, comunque, si legano in un amore duraturo e fedele.


Ci sono vescovi e teologi favorevoli a una regolazione delle unioni di
fatto, senza equipararle al matrimonio.


Quando si veglia in un silenzio
che non sembra aperto
all’ascolto e
alla comprensione
dell’altro,
del suo vissuto,
delle sue ragioni,
ci si pone di fatto contro di lui.


La libertà di opinione sconfina nel pregiudizio.


È fuorviante etichettare le persone omosessuali come un partito antifamiglia:
sono uomini e donne animati da un legittimo desiderio di felicità e di vita buona.
Perché non partire da qui?


Nel silenzio buono e fecondo
nasce una parola che cerca l’incontro, come nella Bibbia.


Altrimenti, è mutismo ostile.

 

Estratto da:

(“Se il silenzio dice solo no” di Christian Albini in “Jesus” del novembre 2014)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: