Cattolici gay, i primi matrimoni omoaffettivi a Roma

gruppoemmanuele.it - Andrea Rubera e Dario De Gregorio

(foto da sito gruppoemmanuele.it)


Cristiani e impegnati, Andrea Rubera e Dario De Gregorio
probabilmente saranno tra le prime coppie di sposi
ad avere la trascrizione del loro matrimonio
sabato prossimo
dal Sindaco Marino.


Hanno 49 e 50 anni, si erano sposati nel 2009 in Canada.


“Stiamo insieme da 28 anni,
da quando frequentavamo insieme la facoltà di scienze politiche alla Luiss
– racconta Andrea –
e ora abbiamo tre figli.
Vorremmo essere una delle prime coppie ad essere trascritta”.


il sindaco Marino aveva detto:
«Io non chiedo ai miei funzionari con una ordinanza di effettuare le trascrizioni:
le farò io sabato prossimo ad alcune coppie che me l’hanno chieste.
Spero che questo smuova un Parlamento rimasto indietro,
solo Italia e Grecia non hanno una legge» .


Dario De Gregorio:
La famiglia è «Un insieme di persone che si amano stabilmente e hanno un progetto di vita comune che costruiscono nel tempo».

Fonte:
http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/10/12/news/nozze_gay_la_speranza_di_andrea_e_dario-97947640/?rss

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/coppie_gay_trascrizioni_roma/notizie/952241.shtml

http://lecosecambiano.org/blog.php?search=true&srcstr=andrea%20rubera

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_ottobre_12/nozze-gay-marino-sabato-effettuero-trascrizioni-965f7036-521c-11e4-b208-19bd12be98c1.shtml

http://www.corrierediroma-news.it/2014/10/13/nozze-gay-marino-sfida-alfano-registro-andrea-dario-si-prenotano-per-sabato/

http://www.panorama.it/news/politica/marino-sfida-alfano-sabato-registrero-nozze-gay/

http://www.huffingtonpost.it/2014/10/12/nozze-gay-mrino-sfida-alfano_n_5973554.html?utm_hp_ref=italy

http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/10/14/marino-registra-le-mie-nozze-ma-e-fantastico-1.1327901

.

.

__________________________________________
Riflessione personale:
le leggi civili devono semplicemente riconoscere le evoluzioni che nel tempo avvengono delle relazioni affettive basate sulla stabilità.

Riconoscere la dignità delle persone che mettono in opera una realtà familiare su base affettiva stabile,
è un dovere della società con le sue leggi civili.

Questo,
è mettere al centro della vita sociale “le famiglie”
senza togliere nulla a nessuno.

One response to this post.

  1. Posted by Tobia on 22 ottobre 2014 at 12:30

    Quanto alla definizione di famiglia che hai citato potrebbe includere anche un convento o un ufficio lavorativo in cui ci si vuole bene o qualsiasi altro gruppo stabile… ma se le parole hanno ancora un significato univoco temo che la definizione faccia acqua da tutte le parti.
    Quanto alla tua osservazione secondo cui le leggi civili dovrebbero solo prendere atto dei comportamenti che iniziano a prevalere in una società in un dato momento beh permettimi di osservare che ad esempio nel nostro paese è in netto aumento la prostituzione minorile. Secondo quanto dici la legge dovrebbe legalizzare anche tali cose? certo potremmo riconoscere il diritto civile a prostituirsi anche ai minori… ma poi? Un barlume di senso di giustizia forse non ci infastidirebbe il sonno?

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: