Chiesa che fa soffrire, ma è la Chiesa che trasmette i Vangeli


josè maria castilloLa Chiesa mi ha trattato severamente.


Mi è stata tolta la cattedra all’Università di Granada dalla sera alla mattina,
senza una spiegazione.


Non sapevo nemmeno che in Vaticano era in corso un processo contro di me.


Più volte ho chiesto il perchè di questa decisione
ma non ho mai ricevuto risposta.


Sono caduto in depressione;
otto anni senza poter dormire.


Poi ho lasciato il mio ordine religioso
e ho scelto di non andare alla ricerca di qualche diocesi dove potermi incardinare e di vivere da laico.


Ma nonostante questo io vi dico:


se per voi la Chiesa è un impedimento
alla vostra fede e
alla vostra vocazione
sono problemi vostri non della Chiesa.


Perchè dico così?


Ecco.
Io oggi sono felice,
sono più felice di quando ero un bambino.


E lo sono perchè credo in Gesù,
che dà un senso alla mia vita.


Io non so come sono,
se sono giusto o se sono sbagliato.


Non so nemmeno se mi sono perso.
Mi accetto per quello che sono e sono felice perchè credo in Gesù.


E se io posso credere in Gesù,
oggi, lo devo alla Chiesa,
a questa Chiesa,
che me lo ha trasmesso.

Josè Maria Castillo – Roma, 4 giugno 2014

—————————
José María Castillo Sánchez
(nato a Puebla de Don Fadrique, Granada; 1929)
è uno dei più prestigiosi teologi europei.
Gesuita vicino ai teologi della liberazione,
già docente alla Facoltà di Teologia di Granada e visiting professor all’Università Pontificia Gregoriana di Roma e di Comillas a Madrid e nel Sud America, per le sue posizioni critiche verso la Chiesa è stato allontanato dall’insegnamento da Joseph Ratzinger e Angel Suquia nel 1988, pur ricevendo nel 2011 dall’Università di Granada il dottorato honoris causa in quanto teologo.

È fondatore e membro dell’associazione Teólogos y Teólogas Juan XXIII.

Ha pubblicato, tra gli altri:
Los pobres y la teología. ¿Qué queda de la teología de la liberación? (1998),
Dios y nuestra felicidad (2001),
La ética de Cristo (2005),
Espiritualidad para insatisfechos (2007).

Nel 2005, con altri 11 teologi europei e americani, ha firmato un “Appello alla chiarezza” nel tentativo di contrastare il processo di beatificazione di Wojtyla.
Nel 2007 ha lasciato l’ordine dei Gesuiti a seguito del tentativo della Congregazione della Fede di bloccare l’uscita di un suo libro.

José María Castillo, a 78 anni, lascia la Compagnia di Gesù, (ma non il sacerdozio), “stanco delle pressioni e degli attacchi del settore più conservatore della gerarchia”.

Secondo il teologo Alemán, “tre gocce hanno fatto traboccare il vaso”:
la recente ammonizione vaticana a Jon Sobrino,
la proibizione della gerarchia alla pubblicazione del libro Espiritualidad para insatisfechos da parte della casa editrice Sal Terrae dei gesuiti,
e i continui attacchi che riceveva dal programma di informazione religiosa della emittente radiofonica Cope La linterna de la Iglesia.
Non se ne va – concludeva – irritato contro la Compagnia. Se ne va per igiene mentale.

Libri di Castillo:
http://www.edesclee.com/index.php/manufacturers,556

Castillo Castillo - vittime del peccatoUmanità di Dio_cop

2 responses to this post.

  1. Posted by cris on 13 giugno 2014 at 22:17

    OOOPS! ho lasciato il commento sul post sbagliato. Lo riscrivo:

    probabilmente lo sai già, ma lo ricordo lo stesso: Josè m. Castillo ha un blog ( o una rubrica ?) su religion digital:
    http://blogs.periodistadigital.com/teologia-sin-censura.php

    Rispondi

  2. Posted by cris on 13 giugno 2014 at 22:23

    in effetti ho visto che lo avevi gia indicato come sito consigliato.Mi fa piacere. Purtroppo GPII e Benedetto nella loro lotta scriteriata alla TdL hanno fatto soffrire tanta gente.

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: