Simone, cattolico, morire perché è troppo dura essere omosessuale (1)

love

San Giustino, quartiere Alessandrino,
la bara bianca, di Simone, 21enne,
morto suicida a Roma nella notte tra sabato e domenica.
________

Al funerale.

All’altare ci sono
Don Stefano, Don Giulio, Don Silvano e padre Gianni:
tutti hanno conosciuto Simone e
ne hanno ricordato l’impegno in parrocchia, anche la fede religiosa.

La sorella:
LA LETTERA DELLA SORELLA letta dal padre:
«C’era una volta un anatroccolo, dal corpo fragile, diverso dagli altri, perseguitato da tutti.
L’anatroccolo vaga senza meta, debole e inferiore, è brutto ma buono e diventerà un cigno bellissimo. Un viaggio triste ma positivo, l’anatroccolo conserva la sua identità.

Te la ricordi Simone, era la tua favola preferita.
Sentirsi diversi non è bello per nessuno ma per fortuna ci sono persone accoglienti che danno conforto a chi è in difficoltà.
Mi dicevi, “vado per la mia strada e sono fiero di me”.
Anche nei momenti in cui hai lottato in silenzio e con coraggio per affrontare la paura del mondo,
sempre col sorriso e l’umiltà.

Prima di aprire le porte contavi fino a 10, prima di uscire e andare a combattere contro le ingiustizie e incoerenze della gente.

La tua famiglia non ti ha mai lasciato solo e ti ha appoggiato in tutte le scelte.
Hanno detto e scritto che eri solo ma non è vero, sei stato tu a combattere proprio con la tua famiglia per la giustizia e la verità, quando ci hai raccontato della tua omosessualità.

Il tuo sogno si stava realizzando.
Ogni giorno ti vengo a trovare lì da dove ti sei lanciato nel vuoto.
Ma si riempie il cuore a vedere che sei nell’animo di tutti, adulti e bambini.

Chi pensa che eri un ragazzo fragile sbaglia: sei portavoce di un nucleo collettivo.

Il messaggio è arrivato, Simone, ti posso assicurare, ci sei riuscito alla grande.

Con questo gesto hai fatto capire che chi è in difficoltà ed è un bersaglio della società deve chiedere aiuto e trovarlo.

Grazie per essere stato un bravo fratello e un grande figlio.
Con i miei occhi lucidi prego per te.
Ti vogliamo tanto bene».

Papà Fabio:
«Lui sarà sempre la mia sentinella, e io sentinella per lui.
Porterò il suo messaggio in tutto il mondo, lui mi darà la forza».

Il celebrante don Stefano:
«Faccio difficoltà a capire cose come queste.
La voglia di Simone di diventare infermiere per aiutare gli altri,
il suo amore per la sorella, per i genitori, per il nonno da una parte.
La disperazione di non essere capito e aiutato dall’altra.
C’è difficoltà anche a predicare le parole di Dio in queste occasioni».
[…]
Non siamo stati capaci di sostenere a sufficienza Simone in vita, facciamolo ora con la fede».

«Pensiamo a quanta sofferenza aveva dentro,
tanta da non riuscire ad affrontare le lotte quotidiane,
nonostante il grande amore della sua famiglia che conoscendo il suo disagio gli stava accanto».

«Impariamo con umiltà ad amare bene, a guardare oltre alla corazza.
Scusaci, Signore, per non aver capito.

Diciamo comunque grazie per la vita di Simone.
Siamo qui, Simone, a pregare per te.
Sono convinto che il Signore ha preso nel tuo tragico volo la tua anima per amarti e consolarti.
Il Signore t’ha aperto le porte del paradiso, te lo ha offerto nonostante questo tuo gesto che noi non riusciamo a capire».

Fonti:

http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/funerali-ragazzo-gay-omelia.aspx

http://www.unita.it/italia/roma-i-funerali-di-simone-br-il-giovane-gay-suicida-1.530617

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/gay_suicida_roma_funerali/notizie/348102.shtml

http://www.huffingtonpost.it/2013/10/31/suicidio-di-simone-testimonianze-gay_n_4182029.html?utm_hp_ref=italy

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Ai+funerali+di+Simone+il+gay+suicida+c%27%E8+il+brutto+anatroccolo&idSezione=22948

http://www.lapresse.it/foto/cronaca/funerali-di-simone-il-ragazzo-gay-morto-suicida-1.415424

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_ottobre_31/gay-suicida-commozione-funerali-simone-mio-figlio-perseguitato-insultato-tutti-5947b692-4267-11e3-8636-110cb2716567.shtml

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2013/10/31/Suicida-Roma-tanti-funerali-Simone_9548980.html

One response to this post.

  1. Posted by gavroche on 3 novembre 2013 at 07:37

    «Il Signore t’ha aperto le porte del paradiso, te lo ha offerto nonostante questo tuo gesto che noi non riusciamo a capire».

    Come fa don Stefano ad esserne così sicuro? Glielo ha detto Dio?

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: