Un vescovo contro i laici cattolici ?

Renata Polverini e Giampaolo Crepaldi

Renata Polverini e Giampaolo Crepaldi – cosa li unisce ?


Su Vita Nuova, del 28 giugno 2013, settimanale della diocesi di Trieste,
l’Arcivescovo Giampaolo Crepaldi,
si lamenta sui laici cattolici nel momento presente,
non sono come lui li vuole


Prende spunto dal libro di Luigi Alici,

(I cattolici e il paese. Provocazioni per la politica *)


La collaborazione?
Soltanto sulle Verità,
diversamente è inammissibile .


Afferma tra l’altro il vescovo Giampaolo Crepaldi:


……….. questa dovrebbe essere l’ora del laicato.
Ma purtroppo il laicato cattolico non si fa sentire.


… questa è l’ora del laicato in modo particolare.
La politica e le leggi stanno mettendo mano all’ordine della creazione, alla natura della famiglia e alle relazioni naturali di base, quella tra padre e madre e tra genitori e figli.
Si tratta di qualcosa di inedito e sconvolgente
che richiede una presenza particolarmente convinta ed attiva.
……….

Nelle amministrazioni pubbliche ci sono cattolici dichiaratamente tali.


Ma quando si tratta di affrontare questi temi,
essi utilizzano le categorie mentali di tutti gli altri e
si fanno scudo della laicità della politica
per non prendere una posizione
che certamente costerebbe loro sul piano politico,
ma che io vedrei come coerente sul piano umano con la fede professata.


……… affermare i principi
nello stesso momento in cui si aprono fessure per non rispettarli.


Ho cercato in questo libro

(I cattolici e il paese. Provocazioni per la politica di Luigi Alici*)
le affermazioni di fedeltà al magistero e
di adesione ai principi della tutela della vita o della famiglia: li ho trovati.


Però l’esposizione è sempre volutamente ambigua, dice, ma nega ed è piena di “tuttavia”.


…Alici ha parole molto belle sulla famiglia,


ma poi si dice a favore del riconoscimento delle convivenze tra omosessuali.


Si rifà al cardinale Martini,


ma non ai Vescovi italiani che, in una Nota del 2007,
hanno chiarito la questione, come anche Vita Nuova ha opportunamente ricordato.


I diritti per le persone omosessuali vanno affrontati sul piano del diritto privato.


Il riconoscimento della convivenza in quanto tale non è accettabile
né per le cosiddette coppie di fatto eterosessuali
né per quelle omosessuali.


Manca il requisito della valenza pubblica.


…..Secondo lui una coppia di omosessuali non ha diritto ad essere considerata famiglia
in quanto non lo è,
ma ha diritto ad essere considerata qualcosa di più di due studenti
che condividono lo stesso appartamento.


simile argomentazione non è accettabile:
ciò che è sbagliato non può essere fonte di diritti pubblicamente riconosciuti,
non può esserci per esso nessuna gradualità.


….I laici …… sposteranno sempre più in avanti l’asticella del “non possumus”, adeguandosi al mondo.


Il paradosso cristiano
non va interpretato come un’insanabile contraddizione interna del cristiano,
perché la fede e la ragione, come ci insegna la dottrina,
vanno insieme e solo il peccato introduce la divisione.


Quello di Alici
è un modo per far sì che l’agire dei cattolici nella società e nella politica
sia lasciato unicamente alla loro autonoma coscienza.


Non solo tra i partiti, ma anche nella società ci sono oggi antropologie in conflitto.


Anzi, oggi si assiste alla competizione tra chi dice che non c’è una antropologia,
una vera visione dell’uomo,
e chi invece dice che c’è.


In questi campi –
penso alla cultura,
all’animazione sociale,
alla formazione dei giovani,
alla comunicazione –
non può esserci solo collaborazione.


Smettiamola una buona volta di continuare a illuderci e a illudere su questo punto.


Dialogo e rispetto non devono mancare mai, ma la collaborazione la si fa sulla verità.
…..


… I laici hanno come scopo
di ordinare a Dio l’ordine temporale…. o, in altre parole,
di costruire la società secondo il progetto di Dio.


Invece, lo scopo dei fedeli laici è stato ridotto a conseguire il bene comune,
a costruire la democrazia,
a realizzare la Costituzione,
a far funzionare le istituzioni.

Tutta l’intervista al Vescovo Crepaldi:
http://www.vitanuovatrieste.it/ma-i-fedeli-laici-dove-sono/

Ma di o su Giampaolo Crepaldi:
http://www.vanthuanobservatory.org/dossier/dossier-elenco.php?lang=it&autore=Uy4gRS4gTW9ucy4gR2lhbXBhb2xvIENyZXBhbGRp

http://www.tempi.it/tag/giampaolo-crepaldi#.Uc66ptj67Kc

http://traditiocatholica.blogspot.it/2013/02/dopo-mons-giampaolo-crepaldi-tocca.html

http://www.dagospia.com/mediagallery/dago_gallery-11942/255966.htm

http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2012/06/11/news/vita-nuova-crepaldi-critica-l-operato-di-eugenio-ravignani-1.5228642

http://www.radicicristiane.it/libro.php/id/217/Mons.%20Giampaolo%20Crepaldi%20/Il-cattolico-in-politica.-Manuale-per-la-ripresa

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-colonizzazione-della-natura-umana-5671.htm

http://2.andreatornielli.it/?p=1974

http://www.diocesi.trieste.it/2011/06/14/l-arcivescovo-mons-giampaolo-crepaldi-attenti-cattolici-in-politica/

Ovviamente sono i siti tradizionalisti e lefebvriani,
che fanno una particolare pubblicità a Crepaldi…

L’arcivescovo di Trieste, Giampaolo Crepaldi,
illustrava con precisione i motivi per cui le gerarchie ecclesiastiche
tolleravano il libertinaggio berlusconiano:
«È (…) più grave la presenza di principi non accettabili nel programma
che non nella pratica di qualche militante,
in quanto il programma è strategico ed ha un chiaro valore di cambiamento politico della realtà più che le incoerenze personali»
(Da libro di Crepaldi: “Il cattolico in politica. Manuale per la ripresa”).

* Luigi Alici, ordinario di Filosofia morale nell’Università di Macerata, già presidente nazionale di Azione cattolica
il blog di Luigi Alici :
http://luigialici.blogspot.it/


______________________________________________
Giampaolo Crepaldi , integristi, cattolici, Cattolici integralisti, conservatori, vescovi, Trieste, gay, matrimoni per omosessuali, equality marriage, matrimonio per tutti, gay marriage, laici, fedeli laici, laici cattolici, omoaffettivi, Vita nuova, blog di raffaella, Luigi Alici, Azione cattolica, presidente, I cattolici e il paese Provocazioni per la politica , amici di papa ratzinger , Andrea Tornielli, Stefano Fontana, La bussola quotidiana, tempi.it, dagospia, traditiocatholica, radicicristiane.it , vanthuanobservatory.org , ilpiccolo.gelocal.it , vitanuovatrieste.it ,

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by Mario Ravalico on 1 luglio 2013 at 09:34

    bene ha fatto Alici a rispondere; è vergognoso quello che dice Crepaldi. Bisogna svegliarsi e ribattere ogni cosa sbagliata che lui dice. Non ha la verità in tasca.

    Rispondi

  2. Posted by diego on 2 luglio 2013 at 14:16

    L’intervista del vescovo Crepaldi è farneticante. Ma Gesù Cristo centra qualcosa col suo essere vescovo? Questo ha mai ascoltato per un minuto Papa Francesco? poi leggete l’intervista e la risposta di un laico e ditemi: Chi è il Pastore? Chi ha misura e rispetto? Chi il “senso di Chiesa” tra i due? Siamo alla pazzia, al carrierismo senza pudore…qualcuno si muova per favore!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: