Malati di SLA – abbandonati

Fermiamoli. Evitiamo che succeda l’irreparabile.

Perché se uno solo dei malati di sla che da mercoledì 14 novembre hanno deciso di riprendere lo sciopero della fame
dovesse morire sarebbe una tragedia per tutti. Tutti. E tutti ne saremmo responsabili.

La politica in primis,
che non ha capito che gli interlocutori che ha di fronte non hanno nulla da perdere.

Che hanno fretta di avere risposte
perché in quelle regioni dove la sanità è in piano di rientro il fondo per l’autosufficienza,
cancellato dal precedente governo,
ripristinato ieri con 200 milioni –
ritenuti da piu’ parti non solo dai sostenitori della protesta non sufficienti –
è l’unico strumento di supporto per essere assistiti.

Nella eccellentissima e bellissima Torino il taglio all’assistenza dei disabili è del 30 percento: una percentuale enorme.

Tragedie del federalismo, direte voi. Già, ma ora è così, e ci teniamo la sanità balcanizzata.

continua

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: