Libertà dalle religioni. Guerra negli U.S.A.

.


Padre Lombardi (che conosco come ottima persona e prete)
come uomo dell’istituzione vaticana
augura ufficialmente tra l’altro al Presidente U.S.A. la promozione della libertà religiosa.


Incredibile quanto sia risibile affermazione simile.


Gli U.S.A. riescono a mantenere una sorta pace sociale soprattutto grazie alla specifica libertà religiosa.


Ognuno è libero di professare la religione che gli pare, ogni religione è libera di dire quello che gli pare.


Ma la libertà religiosa negli U.S.A. è anche non imporre idee religiose agli altri, o non imporre religioni ad alcuno.


E’ importante capire le idee di principio.


Perché?


In generale i cittadini degli U.S.A. vedono chi ha una religione come una persona con una identità certa, è una persona sicura, ma è anche una persona titolare di diritti civili a pieno titolo.


Tantevvero.


Negli U.S.A. generalmente chi non segue una religione è guardato con sospetto, persino additato se non a ludibrio.


Si fa un gran parlare di persone discriminate per il proprio orientamento sessuale, negli U.S.A.


Ma,
la crescita esponenziale di persone che non seguono più alcuna religione sta divenendo il grande campo di battaglia di molto maggiore di quanto lo sia il riconoscimento dell’Equality marriage per i gay e lesbiche.


L’Equality marriage sta segnando e sta marcando profondamente il confine tra un mondo che impone una religione, sulla tradizione dei “Padri Pellegrini”, qualsiasi religione,
e un nuovo mondo affrancato dalle vecchie modalità di intendere la religione,
o che non vede più tra i suoi orizzonti


La “paradossale” libertà di religione invocata dai Lombardi, da Bertone, da Ratzingher e dai loro corifei,
è fondamentalmente
il diritto di imporre visioni religiose generali
sulla società civile,
che non vuole alcun giogo da parte dei mondi della religione,


è’ fondamentalmente
il negare ai cittadini il diritto di scuotersi
dal giogo che vogliono imporre le religioni.


La religione pensata da questo mondo vaticano
ma da non dimenticare,
anche,
il mondo enorme e potente degli evangelici,
degli islamici,
degli ebrei,
deve essere una sorta di religione civile
che non propone
ma impone un comportamento
secondo schemi sacerdotali-pentateutici.


Lo specifico degli islamici e degli ebrei non lo conosco.


Ma lo specifico dei cristiani,
è essere occasione per Gesù di incontrare le persone.


Invece
nella logica della tipica lotta di potere,
in nome di Gesù,
si devono occupare spazi di potere,
sullo Stato Civile
sulla coscienza delle persone.


Il cardinale di Chicago Francis George
ha invitato il clero a «istruire» i fedeli alla vigilia del voto.


Il vescovo Daniel Jenky
ha chiesto ai preti di leggere dal pulpito una lettera anti-Obama,


mentre l’arcivescovo di Baltimora, William E. Lori,
ha bollato la riforma
sanitaria come «minaccia alla libertà religiosa».


Fonti:

http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201211/121108tornielli.pdf


____________________________________
Andrea Tornielli, William E. Lori, Baltimora, Francis George, Daniel Jenky, Chicago, Riccardo Lombardi, Vaticano, U.S.A., libertà religiosa, libertà, religione, gay, lesbiche, equality marriage, mariage homo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: