Sinodo: Card. PENGO. Ci prendono i preti e li arricchiscono !

Sinodo:  Polycarp PENGO


« Parlo a nome del Simposio delle Conferenze episcopali d’Africa e del Madagascar (SECAM).
………

Parrebbe però opportuno parlare di Nuova Evangelizzazione dell’Africa a partire dalla sfida laciata da Papa Paolo VI nel 1969:
“Africani, siate missionari di voi stessi”
…..

La globalizzazione, per esempio, introduce rapidamente valori stranieri non assimilati, rendendo difficile per i cristiani nel continente essere veramente africani.


La fede cristiana, dunque, in tal modo viene resa anche in larga misura estranea.
Diventa molto difficile mettere in pratica i valori tradizionali, come il rispetto per la vita e le strette relazioni sociali familiari.


D’altro canto, in Africa vi sono elementi culturali che impediscono una vera evangelizzazione.
Tra questi elementi si possono citare
i perenni conflitti su base tribale,
le malattie, la corruzione,
il traffico di esseri umani,
l’atrocità degli abusi sui bambini e la violenza nei confronti dei minori e delle donne.


Un altro ostacolo che la Nuova Evangelizzazione in Africa non deve trascurare è l’attualità del fondamentalismo islamico nel continente.


A tale riguardo, gli evangelizzatori devono affrontare la difficoltà di dialogare con la grande maggioranza di bravi musulmani,
che però non si esprimono,
e con i piccoli gruppi di fondamentalisti,
che non sono disposti ad accettare nemmeno la verità oggettiva che viene contrapposta alla loro posizione preconcetta.


La Nuova Evangelizzazione in Africa richiede anche che gli evangelizzatori africani vadano oltre la richiesta di Papa Paolo VI:
“Africani, siate missionari di voi stessi”.


L’evangelizzazione africana ha portato già adesso missionari nelle Chiese occidentali,
come negli Stati Uniti d’America e in Europa.


Pur trattandosi di un’iniziativa molto lodevole, occorre però menzionare il possibile aspetto negativo,
che consiste nella ricerca, da parte degli evangelizzatori,
del guadagno materiale prima che dell’autentica evangelizzazione,
a scapito della Chiesa, da entrambe le parti.


La Chiesa in Africa viene privata degli evangelizzatori più qualificati,
mentre la Chiesa occidentale, ricca dal punto di vista materiale,
riceve evangelizzatori il cui obiettivo principale è il guadagno materiale.


Tenendo presente tutto ciò, è facile capire che il Sinodo sulla Nuova Evangelizzazione è un evento molto apprezzato.
……………»


Da:
intervento di
Card. Polycarp PENGO,
Arcivescovo di Dar-es-Salaam,
Presidente del Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar (S.C.E.A.M. – S.E.C.A.M.) (TANZANIA)

……………………. Prosegui la lettura qui……


____________________________________
Concilio Vaticano II, Polycarp PENGO, Africa, Madagascar, S.C.E.A.M., S.E.C.A.M., Anno della Fede, Assemblea sinodale, Benedetto XVI, Concilio Ecumenico Vaticano II, Nuova Evangelizzazione, Péter ERDŐ, Sinodo, synodus, Ungheria, Vaticano, XIII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: