Sinodo: Card. GRACIAS. La globalizzazione in Asia contro i poveri !

Sinodo: Oswald Gracias


«L’India e la Cina, dove vive il 37% della popolazione mondiale, stanno emergendo quali protagonisti della scena internazionale in molti settori.
…………..
Dobbiamo quindi aprire un dialogo con le culture, un dialogo con i poveri e un dialogo con le religioni:
studiare cosa significa per noi il mandato evangelico riguardo al nostro rapporto con queste tre importanti realtà.


la globalizzazione….
….Iniziato come un processo economico che ha portato alla libera concorrenza, talvolta a detrimento dei paesi più poveri, è diventato adesso un fenomeno culturale. Influenza valori culturali asiatici custoditi gelosamente, portando con sé materialismo, individualismo, consumismo e relativismo. Sono i giovani in particolare i più esposti ai suoi effetti.


Ovunque si osservi, gli effetti della globalizzazione interessano il nostro sistema di valori. I valori tradizionali asiatici, le tradizioni e le culture che ci stanno più a cuore vengono colpite e smantellate.
……………..
Adesso alcuni stanno scoprendo che Dio dal centro della vita della gente è stato relegato alla periferia.
Dalla nostra prospettiva cristiana, vediamo che le nostre chiese ospitano ancora ampie congregazioni.


Ma sarà sempre così?
………….
I legami familiari, una volta considerati importantissimi e ben radicati per tutti i nuclei familiari asiatici, si stanno lentamente sfaldando.
Con loro sono iniziati anche gli attacchi alla santità della vita matrimoniale.
Il divorzio, una volta considerato un tabù, adesso non è più così insolito.
Si sono levate anche flebili voci a favore dei matrimoni omosessuali.
Non è ancora un movimento di una certa portata, ma sta lentamente guadagnando terreno in nome della libertà.


Molti movimenti di famiglie sono sorti in seno alla Chiesa in Asia.
…………….
le minacce alla vita che sgomentano sotto molti aspetti.
I conflitti etnici,
la soppressione violenta di diversi credo religiosi;
la tragica minaccia alla vita dei più indifesi: i bimbi non ancora nati;
la soppressione di feti femminili viene comunemente pratica in alcune zone in quanto una bambina viene considerata una maledizione divina o un fardello finanziario.
……………..
L’anima asiatica cerca la comunità.
Adesso anche questo aspetto è interessato da un’individualismo strisciante, con un’assenza di sollecitudine per gli altri, con l’indifferenza alle loro necessità, con una mancanza di ospitalità, che era tradizionalmente importante in tutte le società.


La Chiesa in Asia ha scelto il metodo delle comunità cristiane di base come il nostro nuovo modo di essere Chiesa.
Ciò ha avuto un gran successo in molti luoghi e ha portato alla partecipazione dei laici nella Chiesa, alla formazione dei laici e al contatto con gli altri.
Ha dato un senso di appartenenza a molti che altrimenti sarebbero stati trascurati.
……………»

Da:
intervento di
Card. Oswald GRACIAS,
Arcivescovo di Bombay,
Segretario Generale della “Federation of Asian Bishops’ Conferences” (F.A.B.C.) (INDIA)

……………………. Prosegui la lettura qui……


____________________________________
Oswald GRACIAS, India, Concilio Vaticano II, Africa, Madagascar, Anno della Fede, Assemblea sinodale, Benedetto XVI, Concilio Ecumenico Vaticano II, Nuova Evangelizzazione, Sinodo, synodus, Ungheria, Vaticano, XIII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: