Gesù? per una versione placet iuxta modum. Ma non piace ai Tradizionalisti

XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)
8 Luglio 2012

Gesu’ venne nella sua patria e i suoi discepoli lo seguirono.
il sabato,
si mise a insegnare nella sinagoga.
E molti, ascoltando, rimanevano stupiti e dicevano:
«Da dove gli vengono queste cose?
E che sapienza e’ quella che gli è stata data?
E i prodigi come quelli compiuti dalle sue mani?
Non e’ costui il falegname, il figlio di Maria,
il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone?
E le sue sorelle, non stanno qui da noi?».
Ed era per loro motivo di scandalo.

Ma Gesù disse loro:
«Un profeta non e’ disprezzato se non nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua».

E li’ non poteva compiere nessun prodigio, ma solo impose le mani a pochi malati e li guari’.
E si meravigliava della loro incredulita”.
Gesu’ percorreva i villaggi d’intorno, insegnando.

_____________________________________________________

Queste parole oggi verranno spesso usate nelle chiese per rendermi estraneo l’uomo Ebreo Gesu’.

Queste parole verranno prese a pretesto per negare subdolamente la piena umanita’ dell’Ebreo Gesu’….

Per la gente di Nazaret, il concittadino Gesu’, e’ una persona chiara, senza alcun alone di mistero.

Gesu’ e’ un falegname,
Gesu’ e’ il figlio di Maria,
Gesu’ e’ il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone,
Gesu’ ha anche delle sorelle,
anche se… e’ altresi’ chiarissimo che
il padre non e’ nominato… bar Yosef…..o ben Yosef.

E’ chiaro, i libri biblici non vogliono fare storia !

Chi legge queste parole ha chiaro che Gesu’ e’ pienamente all’interno di un contesto sociale,
il contesto di un clan (non di certo di una famiglia come oggi viene intesa)

Gesu’ e’ all’interno di un clan ben conosciuto anzi ne e’ un personaggio di spicco,
i fratelli ne riconoscono il talento di Rabbi,
e nel clan stesso il fratello Giacomo prendera’ le redini e sara’ a capo del gruppo che si sara’ formato tra i seguaci del Rabbi Gesu’. (Nepotismo messianico ?)

Dunque,
Gesu’
entra in sinagoga e insegna

Tra la gente
c’e’ ascolto,
c’e’ stupore,
c’e’ presa d’atto di quello che e’ veramente e concretamente l’uomo Gesu’,

infine
c’e’ scandalo….

Oggi nelle chiese, nella messa, nell’omelia, come al solito molti preti spesso impreparati
si attaccheranno agli specchi,
per scagliarsi contro quella povera gente in sinagoga…..

eppure i passaggi evangelici sono semplici,
ascolto
stupore
coscienza
scandalo…..

Gli ebrei riuniti in sinagoga non sono pazzi,
e dunque ????

E’ semplicemente la questione che i Nazareni
non riescono ad essere cosi’ folli da vedere nel loro concittadino il Figlio di D-io?

Cosa puo’ scandalizzare veramente i Nazareni ?

Se Gesu’ e un religioso osservante dei precetti biblici e soprattutto della Tradizione,
gli Ebrei Nazareni non hanno assolutamente nulla di cui scandalizzarsi !

Anzi, sarebbe motivo di orgoglio popolare,
per un figlio di Nazaret che e’ in grado di ripetere e valorizzare parole e precetti biblici e della Tradizione, come i grandi Rabbi, diventandone famoso in tutta la Giudea, Samaria, Galilea….

Gesu’ come una Star di Gerusalemme…

Altro che le minchiate che si dicono contro Nazaret e la sua gente: “Potra’ mai venire nulla di buono da Nazaret ?”

Ma
se il Rabbi Gesu’ , sta osando una esegesi dei libri biblici talmente nuova che suona persino contraria alla tradizione consolidata,
allora
forse i nazareni ne hanno ben donde di essere scandalizzati….?

D’altronde il “fil rouge” che lega ogni riga negli scritti degli evangelisti,
e’ una precisa accusa di eresia da parte dei tradizionalisti, dei religiosi e dei sacerdoti.

Forse il Vangelo di oggi non pensa proprio a rispondere a quella che ritengono la fondamentale domanda: Chi e’ Gesu’?…

Forse il Vangelo di oggi
chiede di verificare cosa voglio ascoltare da Gesu’…..

quello che ha da dire….

o quello che vorrei sentirmi dire….????

Questo e’ il mio grande problema…


__________________________
Tradizione cattolica, Chiesa, Pio XII, papa, Fede, liturgia, dottrina, riforma, Benedetto XVI, Messa, per tutti, per molti, polloi, pro multis, pro omnibus, Concilio di Trento, passione, morte, Tradizionalista, integrista, traduzione, trasmissione, moltitudini, interezza, eletti, Concilio Vaticano II, vescovi, esegesi, filologia, Robert Zollitsch, vatican.va, Messale Romano, vescovi tedeschi, Conferenza Episcopale Tedesca, Deutsch Bischofskonferenz, Francis Arinze, Costituzione sulla Sacra Liturgia, Sacrosanctum Concilium, unafides33.blogspot.it, cfnews.org, traditioninaction.org, vaticano,gay

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: