Obama come Hitler, effetto Vaticano sulla politica U.S.A.

Mgr. Daniel Robert Jenky, bishop of Peoria (Illinois)


I vescovi gettano benzina nell’incendio della campagna elettorale negli U.S.A..


L’incoraggiamento è venuto direttamente dal Papa Benedetto XVI nelle due udienze concesse ai vescovi dell’America del Nord in “Visita ad limina” nei Palazzi Vaticani nella sala del Concistoro il 19 gennaio (1) e il 9 marzo (2) scorsi, come si può verificare nei seguenti discorsi in cui il papa attacca il governo U.S.A. di minacciare la libertà religiosa alla stregua di un paese comunista come la Cina, la Corea del Nord o i vari paesi arabi (vedi note/link 1 e 2).


Negli U.S.A. la legge federale proibisce alle chiese cristiane e alle altre organizzazioni no-profit che godono del beneficio esentasse di aderire od opporsi a specifici candidati politici.


Sicuramente la gerarchia della Chiesa Cattolica ha superato questa linea,
mettendo seriamente in discussione una revoca per lo status di esenzione fiscale.


L’Istituzione Chiesa cattolica o le altre Chiese cristiane in nessun caso possono fare politica a favore o contro un candidato politico.


E’ un dato fondamentale e costituzionale nella separazione tra Stato e Chiesa (qualsiasi).


In diversi Stati U.S.A. i vescovi cattolici stanno promuovendo la raccolta di firme contro la contraccezione dunque boicottando la prima legge di solidarietà che sia possibile negli Stati Uniti per permettere la copertura sanitaria a tutti i cittadini (40 milioni di persone non hanno tutela sanitaria) e contro la parità di matrimonio civile, argomento di spettanza della sola politica, e dei politici che soli hanno la delega a provvedere per quelli che possono essere i diritti dei cittadini.


Le strutture usate per questa campagna contro il governo, contro il Presidente degli U.S.A., dalla gerarchia cattolica sono le chiese, le parrocchie, gli istituti religiosi, le scuole cattoliche, gli ospedali cattolici.


Le omelie non vengono fatte per spiegare o attualizzare le letture della s. Messa, il vangelo, ma per chiedere firme e fare appelli contro il governo di Obama.


La Gerarchia cattolica a differenza della maggioranza del popolo cattolico non riconosce al Governo Federale USA il diritto di legiferare nell’ambito civile in materia di convivenza dei cittadini e di salute. Vuole imporre la propria agenda.


Il Papa, il Vaticano e i Vescovi U.S.A. (funzionari delegati) ritengono che in materia di affettività e di sessualità, essi sono gli unici titolari di diritti su tutti i cittadini, in quanto essi sono diretta espressione della volontà di Dio.


Dagli altari o dagli amboni delle chiese cattoliche si alza una voce percepita come di odio contro il governo degli U.S.A., come anche contro almeno la metà della popolazione statunitense e forse più che la pensa diversamente.


A Minneapolis il vescovo John Nienstedt ha fatto leggere in tutte le parrocchie, istituti religiosi e scuole cattoliche una sua lettera contro le politiche di Obama, ma molti parroci e preti si sono rifiutati di leggerla.


Lo stesso Mgr. John Nienstedt ha composto una preghiera contro la Parità di Matrimonio Civile da recitarsi ogni giorno in tutte le s. Messe di ogni chiesa della sua Diocesi.


Nelle scuole cattoliche dove la Diocesi ha fatto fare assemblee obbligatorie alla presenza di un prete ed una coppia, molti adolescenti sono stati offesi.
Tanti adolescenti sono rimasti sconvolti e si sono ribellati, affermando di essere stati trattati come pedine di un gioco.


Domenica 15 aprile, il vescovo cattolico di Peoria (Illinois), Mgr. Daniel Jenky, ha comparato le azioni di Obama ad Hitler.


Aggiungendo tra l’altro:
“nella storia passata altri governi hanno cercato di costringere i cristiani a nascondersi entro i confini delle loro chiese, come i primi discepoli rinchiusi nel cenacolo..”


L’Associazione Americani Uniti per la separazione tra Stato e Chiesa, nel frattempo, ha presentato una denuncia chiedendo all’Internal Revenue Service di indagare sulla diocesi, suggerendo che il vescovo Mgr. Jenky potrebbe aver attraversato la linea che non permette alla chiesa lo status di esenzione fiscale.


(*) Visita ad Limina Apostolorum: I vescovi di ogni paese, in gruppi di regione o Stati si recano periodicamente ogni 5 anni a Roma in visita dal Papa e alle Congregazioni Romane (Fede, Clero, Famiglia, etc.) a cui rispondono del lavoro svolto nelle proprie diocesi, presentando relazioni e rispondendo ad interpellazioni dei vari responsabili dei Dicasteri/Congregazioni.

Mgr. Daniel Robert Jenky and Pope Benedict XVI

______________________________
FONTI:

(1) – Papa ai vescovi USA – 19 gen. 2012
http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2012/january/documents/hf_ben-xvi_spe_20120119_bishops-usa_it.html

(2) – Papa ai vescovi USA – 9 mar. 2012
http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2012/march/documents/hf_ben-xvi_spe_20120309_us-bishops_fr.html

STAMPA E WEB:

http://chicago.cbslocal.com/2012/04/19/peoria-bishop-under-fire-for-obama-hitler-comparison/

http://www.chicagotribune.com/news/local/ct-met-peoria-bishop-controversy-0419-20120419,0,4487383.story

http://www.southbendtribune.com/news/sbt-peoria-bishop-notre-dame-fellow-compares-obama-policies-to-hitler-and-stalin-20120419,0,2126769.story

http://www.milforddailynews.com/newsnow/x1783276698/Bishop-makes-comparisons-between-Obama-policies-and-those-of-Hitler-Stalin

http://www.heraldonline.com/2012/04/19/3908893/adl-wants-ill-bishops-apology.html

http://www.digitaljournal.com/article/323308

http://www.sj-r.com/breaking/x596771110/Group-wants-Peoria-bishops-apology-for-Obama-comments

http://www.rightwingwatch.org/category/people/daniel-jenky

http://www.startribune.com/local/146031865.html


_________________________________
S.E. Mons. Daniel Robert Jenky, C.S.C.,
Nato a Chicago (Illinois) il 3 marzo 1947, da padre polacco e madre irlandese.
Emessi i voti definitivi nel febbraio del 1973.
Ordinato sacerdote il 6 aprile 1974 per la Congregazione della Santa Croce.
Inviato per un anno (1974-1975) ad insegnare presso la “Bourgade Catholic High School” a Phoenix (Arizona).
Tutti gli incarichi affidatigli successivamente sono stati nell’ambito dell’Università di “Notre Dame”:
Rettore del “Dillon Hall” (1976-1982), Rettore della Basilica del Sacro Cuore (1977-1997); Direttore aggiunto (1976-1984) e poi Direttore (1984-1985) del “Campus Ministry”; Professore di Teologia (1985-1997); Superiore Religioso della Comunità dei Padri e Fratelli in servizio all’Università (1985-1991); Rettore della casa residenziale per gli studenti di studi superiori (1991-1997).
Nominato Vescovo Ausiliare di Fort Wayne-South Bend il 21 ottobre 1997.
Ordinato vescovo il 16 dicembre 1997.
nominato Vescovo di Peoria (U.S.A.) il 12.02.2002.

(fonte: http://press.catholica.va/news_services/bulletin/news/10301.php?index=10301&po_date=12.02.2002&lang=ge)

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by Angelo + replica on 29 aprile 2012 at 09:11

    Questo è un blog sconcertante scritto da una persona disperata, ossessionata da conflitti irrisolti, retaggio di una educazione repressa.
    Odia la religione, ma al tempo stesso ha bisogno di sentirsi cattolico perché non riesce a spezzare il cordone ombelicale che lo tiene legato al suo passato.
    Il suo modo di parlare del sesso, in un modo ideale e al tempo stesso ossessivo rivelano una probabile impotenza da ansia.

    ______________________________________
    Da incompiutezza, lunedì 30 aprile 2012 ore 1738

    “Sconcertante, disperata, ossessionata, conflitti irrisolti, repressa, oda, ossessivo, impotenza, ansia….”

    Hai dimenticato qualcosa Angelo ?
    Hai infilato tante parole insieme senza che se ne possa dedurre la sostanza su cui ti fondi.

    Tipico di quei fratelli cattolici, che scandalizzati, ma incapaci di spiegarsi da cosa,
    tirano pietre per lapidare ed uccidere.

    Odio la religione ?
    Perché?
    C’è un motivo concreto ?

    Esiste un amare la religione ?

    La religione si ama, dunque ?

    I cristiani non amano la religione, i cristiani dovrebbero aver incontrato una persona,
    e chi ha incontrato la persona di Gesù
    s capire i fratelli,
    non si mette con superficialità a formulare accuse generiche,
    soltanto perché legge cose che lo urtano senza sapere nemmeno cosa lo urta.

    Perché non provi a capire cosa altri esprimono con le parole e la scrittura, invece di lanciare pietre con la tua fionda ?

    Perché sei così violento ?

    Vuoi prepararmi la catasta di legno e fuoco per farmi fare la fine dell’abbacchio arrosto ?
    Come ai bei tempi in cui non esisteva la possibilità di esprimersi liberamente ?

    Questa è la tua religione ?

    Per il resto
    non mi invento nulla,
    è il motivo per cui inserisco un ampia gamma di fonti.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: