Principi non negoziabili, la legge della Purità.

Il velo del tempio si quarciò in due da cima a fondo

Princìpi non negoziabili,

Princìpi non negoziabili,

è il volto dell’imposizione sulle coscienze in questi ultimi anni,
di persone spaventate, insicure,
bisognose di ordine e sicurezza.

E’ il nuovo modo per negare il dialogo,

è il nuovo modo per negare il confronto.

Davanti a me è il muro de “i principi non-negoziabili”,
non mi interessa incontrare gli altri che sono oltre questo muro.

Gli uomini che detengono il potere de La religione,
nei secoli hanno sempre fatto di tutto per creare barriere….
tra il puro e l’impuro….

Gesù è venuto a squarciare questo muro (cfr. velo del tempio),
ma la ricostituzione del tempio e del sinedrio in nome di Gesù,
ha nel breve tempo di qualche secolo
ricostituito il muro.

Solo ai Prìncipi della religione che “incatena”
è dato il diritto di stabilire
cosa è puro e cosa è impuro,
chi è dentro e chi è fuori…

Andarsi a rileggere il Messale del 1962, quello latino,
che il mio vescovo di Roma ha ri-immesso per soddisfare
quelli che sulla via di Gerico passano oltre….

dà una idea chiara di quanto gli uomini della religione
stiano giocando alla grande
per recuperare tutto il muro di divisione possibile.

Quanto nella liturgia da san Pio V alla revisione di Giovanni XXIII,
la categoria puro/impuro
è fondamentale…..

Prendiamoci la briga di non rimanere nell’ignoranza,
sul web è reperibile il messale,
leggiamolo con accuratezza,
facciamo attenzione alle righe rosse,
a tutte quelle azioni “ebraiche”
di rituali, abluzioni, dita che non devono toccare,
in una fissa continua tra puro e impuro.

Negazione totale della novità apportata da Gesù il Salvatore,
che dichiara superata la legge della purità,
che ormai appartiene solo all Antica Alleanza.

Ma gli uomini del potere religioso hanno bisogno
della separazione,

e quando possono ricostituirsi come potere,
tra le prime cose che fanno
è ristabilire le separazioni/divisioni.

In questo momento,
nella mia Chiesa,
stiamo camminando in questo modo…

coloro che stanno dando man forte a costruire più alto possibile il muro di divisione,
e coloro che stanno ricordando che non appartiene nè a Gesù, nè ai Vangeli questa divisione.

I princìpi non-negoziabili sono parte integrante e importante
in questo momento storico
per riaffermare
la separazione,
la divisione,

che è
negazione del Corpo di Cristo, di cui persino Paolo ne dà chiaramente le specificità.

Tale negazione,
periodicamente
diventa maledizione dello stesso Corpo.

Nella società civile
chi si sta facendo propugnatore delle prescrizioni della purità (principi non-negoziabili)?

E’ strano vedere, Benedetto XVI, la Curia degli alti prelati, in compagnia di tutto un mondo berlusconiano,
ma anche dalemiano, veltroniano,
che fanno della divisione
la loro bandiera,
e se
la Chiesa cattolica istituzionale,
in fondo
dà una mano,
perchè non prenderne a prestito,
filosofia, e parole varie per farne degli slogan,
tanto utile
a portare
tutte le pecore
sotto un solo pastore….
quello che riuscirà a vincere le prossime elezioni…..

Perchè
i politici si sono impossessati di quei principi,

senza dirci nulla del nostro futuro?

– le giovani generazioni,
– il lavoro,
– il precariato,
– gli anziani,
– il rispetto della vita umana quando la persona accetta la sua fine,
– riequilibrare l’informazione togliendo i monopoli in modo definitivo,
– aiutare le famiglie a sostenere i figli come accade in Germania o in Francia,
– la sanità e gli anziani,
– la sanità e i portatori di handicap,
– riconoscere ufficialmente l’istituzione di un contratto civile affettivo tra persone dello stesso sesso,
– aggiornare l’assistenza alle famiglie che hanno portatori di disturbi mentali,
– i genitori anziani che hanno figli con handicap o con disturbi mentali so tanti, e dunque, quale aiuto,
– approcci politico-umani nuovi per chi non vuole un figlio, per salvare quel che sta divenendo vita che dipende in tutto dall’utero della mamma come dalla volontà di un uomo che ovunque mette i suoi genitali, sia capace di assumersene le responsabilità di quel che ne viene fuori?

La nostra politica si mette in parallelo con l’agenda del Vaticano,
se non si parla delle puttane del premier pagate con posti di consigliere regionale o in RAI a carico dei cittadini italiani,
se non si parla di un premier che ha inventato di sana pianta un comunismo mai esistito,
persino di magistrati comunisti, dimenticando che la nostra democrazia è salva grazie alla vita di magistrati, carabinieri, poliziotti, etero o omo che fossero, ma non di certo comunisti,
beh!
allora
si parla di
PRINCIPI NON-NEGOZIABILI

_____________________________________
chiave:
principi non negoziabili, Benedetto XVI, Curia, religione, potere, sinedrio, Messale, Pio V, Giovanni XXIII, separazione, divisione, politici, berlusconiano, dalemiano, veltroniano, rutelliano, casiniano, ruiniano, Ruini, Antica Alleanza, rituali, abluzioni, puro, impuro, Traditio, tradizione,
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: