Cristiani nel sangue – ortodossi dell’Egitto, Copti

Ho atteso
per cercare informazioni migliori,

cristiani nel sangue

e il risultato è
che le informazioni sono di parte,
fondamentalmente sono scarse,
alimentano soltanto l’odio contro l’islam
in una nuova crociata mediatica di fondamentalismo cristiano in occidente,
che ha bisogno di segni di identità.

Che bello sentirsi cristiani in guerra contro il male (Islam)!

Ecco questo è il pericolo fondamentale.

Manca una analisi obiettiva dei fatti,
scevra da emozioni identitarie.

I fatti nudi e crudi:
domenica 9 ottobre 2011
almeno 25 cristiani e 3 poliziotti uccisi, oltre 200 feriti,
per una marcia pacifica di migliaia di cristiani della Chiesa di tradizione ortodossa egiziana (copti).

La comunità dei cittadini egiziani copti protestava contro l’incendio di una chiesa che era stata attaccata da islamici armati.

Ora va osservato un fatto importante:

Prima della rivoluzione popolare che ha detronizzato Mubarak nel febbraio 2011
erano già in atto attacchi e massacri contro gli egiziani cristiani copti,

tali attacchi sono ripresi da settembre con forte virulenza.

Già in un altro post
scrivevo che questa realtà aveva bisogno di essere inquadrata in una analisi seria.

Gli egiziani copti sono stati presenti con tutto il resto del popolo egiziano
nelle manifestazioni di piazza che ha portato alla deposizione del dittatore Mubarak,
ma
nonostante questo,
hanno sentito che comunque non mutava il clima di ostilità nei loro confronti.

Da marzo 2011
più di 100mila cittadini egiziani cristiani copti

Copti

sono fuggiti dall’Egitto.

Sono cittadini preparati,
capaci di integrarsi anche negli altri popoli e nazioni dove fuggono
per riprendere a vivere.

I copti fuggiti sono
negli U.S.A. circa 50mila,
in Australia circa 17mila,
in Europa circa 20mila.

Questa fuga di massa sta cambiando il volto dell’Egitto
che perderà una parte fondamentale della sua identità,
i cristiani esistono in Egitto circa dal 200 dopo Cristo costituendo
un pilastro fondamentale della cultura egiziana.

Ai primi di settembre, nel distretto di Mokatam Hills,
sono stati uccisi nove cristiani,
a cui sono seguiti,
l’esplosione di una bomba al Cairo, nella chiesa di Sant’Alessandro,
e il taglio dell’orecchio di un anziano a Qena.

I cittadini egiziani cristiani copti
sono stati nella nazione la parte sempre più preparata culturalmente e nella classe imprenditoriale.

Dinanzi a questi fatti
è impossibile non vedere verso quale degenerazione pericolosa
stia scivolando l’Egitto.

Il 28 novembre 2011
in Egitto si terranno le prime elezioni politiche del dopo Mubarak,
in vista di queste,
si stanno formando gli assetti di forza,
dei gruppi islamici,
in cui la strategia del terrore è parte integrante del gioco,
soprattutto per eliminare nella politica
la parte culturale e imprenditoriale più preparata, i copti,
che su 80 milioni di egiziani sono soltanto il 10%.

C’è bisogno di un’analisi seria
e scevra da emozioni
a differenza di certi titoli di blogger insicuri e fondamentalisti in cerca di identità:

fondamentalismi di ogni religione

ulteriori fonti:

http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2011/10/10/AOl0UGCB-scontri_vittime_cristiani.shtml

http://www.asianews.it/notizie-it/Cairo,-violenze-contro-i-copti:-24-morti-e-212-feriti-22859.html

http://archiviostorico.corriere.it/2011/ottobre/10/Egitto_sangue_sulla_protesta_dei_co_8_111010024.shtml

_______________________________________
chiave:
Copti, Cairo, Egitto, Egiziani, Mubarak, Sant’Alessandro, Mokatam Hills, elezioni politiche, fuga, U.S.A., Australia, Europa, persecuzione cristiani ortodossi, Islam, fondamentalismo, cristiani, cattolici

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by Pilupilu on 13 ottobre 2011 at 15:46

    le elezioni sono il 21 novembre comunque…

    Rispondi

  2. Posted by Pilupilu & R: on 13 ottobre 2011 at 15:48

    …e sto post è rivoltante.
    ________________________
    da incompiutezza 13 ott. 2011 23:06
    ti auguro di pensare di più o pilu e al buon profumo di figa
    che di blog altrui.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: