Il Vescovo riflette sulla Teoria di genere…… è emerito ….. in Francia…

La vita - the life . la vie

Nel Paradiso terrestre chi lavava i piatti?

di Jacques Noyer, vescovo emerito di Amiens
in “Témoignage Chrétien” del 29 settembre 2011 (traduzione: http://www.finesettimana.org)

La risposta, se ci fosse,
sarebbe per noi di grande utilità per porre fine al dibattito
nel quale la chiesa è impegnata oggi con passione.

Di fatto, la teoria del genere
sarebbe il nemico principale della tradizione cristiana a vedere recenti dichiarazioni.

Questa ideologia mirerebbe a distruggere completamente
la morale del matrimonio cristiano,
ma anche a relativizzare le più antiche certezze
della struttura ecclesiale
che attribuisce a ciascun sesso ruoli specifici.

Queste diverse e spesso sofisticate teorie conducono,
mi sembra,
a togliere le relazioni uomo-donna dalla sfera della natura
per situarle solo nell’ambito della cultura.

Sappiamo da tantissimo tempo che le società umane si sono costruite attorno a strutture familiari molto diverse.

I ruoli sociali di uomini e donne si distribuiscono in modo differente
tra i Bororos dell’America o tra i Pigmei dell’Africa.

Anche se i bambini nascono sempre allo stesso modo,
quest’ultimi entrano in mondi molto diversi.

Ma sino ad ora abbiamo potuto,
con un po’ di ingenuità e molta sufficienza,
affermare che c’era un modo “naturale” di vivere la sessualità e di fondare una famiglia,
che le relazioni sessuali,
la cui finalità procreatrice è evidente,
trovano solo nella famiglia stabile,
monogamica,
educante,
così come la incontriamo nei nostri paesi, coerenza e quindi moralità.

In fondo è un po’ la stessa cosa di quando i teologi del passato
si chiedevano quale lingua utilizzassero Adamo, Dio ed Eva
nel Paradiso terrestre.

Quale lingua parlerebbe un bambino
se non incontrasse nessuna lingua parlata attorno a lui:
il latino?
l’ebraico?

Facciamo fatica ad accettare questa realtà benché evidente:
l’uomo non esiste allo stato naturale
ma sempre e solo all’interno di una cultura.

Non esiste una sessualità naturale
come non esiste una lingua naturale.

Non si potrà mai fondare sulla natura
una morale della famiglia o della sessualità.

La bibbia ci dice che l’essere umano è stato creato,
uomo e donna,
il che significa non solo una differenza biologica
ma una struttura relazionale attorno alla quale si costruisce ogni cultura umana.

Il primo sostenitore della teoria del genere è,
forse,
san Paolo che spiega come in Cristo non c’è più né uomo né donna,
anche se subito dopo difende tradizioni familiari caratterizzate da profonde diseguaglianze.

Quali che siano le leggi e i costumi di una società,
la sola esigenza cristiana
è il rispetto,
l’uguaglianza,
l’amore tra le persone
senza dimenticare evidentemente il figlio frutto e posta in gioco di queste relazioni.

Si potrà dire che una certa istituzione sia la più favorevole all’amore rispetto ad altre.

Ma la regola dell’amore vicendevole
resta il solo criterio veramente cristiano nelle relazioni tra uomini e donne … e figli.

So che dicendo queste cose
faccio vacillare tutte le certezze
che permettono di rifiutare i divorziati,
di proibire l’accesso all’altare alle ragazze,
di riservare il ministero agli uomini,
di trattare gli omosessuali come devianti.

Non è possibile, a sostegno di quelle certezze,
invocare l’autorità divina ricavabile
dalla legge naturale o dal comportamento di Gesù.

Non esiste altra legge
all’infuori di quella dell’Amore
ed essa è inscritta nel cuore di ogni uomo e di ogni donna.

Nel Paradiso terrestre chi lavava i piatti?
di Jacques Noyer, vescovo emerito di Amiens
in “Témoignage Chrétien” del 29 settembre 2011 (traduzione: http://www.finesettimana.org)

http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201109/110930noyer.pdf

Philosophie

http://loacmateo.wordpress.com/2011/09/05/philotherapie-article-n%C2%B029-ce-qui-derange-avec-la-theorie-des-genres/

 

 

chiave: theorie des genres, Gendre, sessualità, eterosessualità, omosessualità, teoria di genere,

Annunci

4 responses to this post.

  1. Buonasera Em.za…no, no, non fa vacillare nulla.
    Presuntuosetto mi permette?
    Bel discorso il suo, piacevole a leggersi, ma non mi ha convinto…
    Sono salda sulla roccia, non tema per me!
    Chi lavava i piatti…ma scusi a lei che gliene importa?

    Rispondi

  2. “Di fatto, la teoria del genere
    sarebbe il nemico principale della tradizione cristiana a vedere recenti dichiarazioni.”
    Il nemico principale dell’Uomo è l’uomo stesso.

    “Questa ideologia mirerebbe a distruggere completamente
    la morale del matrimonio cristiano,
    ma anche a relativizzare le più antiche certezze
    della struttura ecclesiale
    che attribuisce a ciascun sesso ruoli specifici.”
    Non distrugge alcuna morale, semplicemente, fa fint di non vedere la naturalezza delle cose.

    “Queste diverse e spesso sofisticate teorie conducono,
    mi sembra,
    a togliere le relazioni uomo-donna dalla sfera della natura
    per situarle solo nell’ambito della cultura.”
    Certo, invece l’ideologia dei 2 sessi ma dei 5 orientamenti sessuali è naturale e propedeutico alla procreazione

    “Sappiamo da tantissimo tempo che le società umane si sono costruite attorno a strutture familiari molto diverse.
    I ruoli sociali di uomini e donne si distribuiscono in modo differente
    tra i Bororos dell’America o tra i Pigmei dell’Africa.
    Anche se i bambini nascono sempre allo stesso modo,
    quest’ultimi entrano in mondi molto diversi.”
    Una cosa sensata finalmente, i bambini nascono nello stesso modo quindi la natura propende per un certo tipo di rapporto sessuale procreativo.

    “Ma sino ad ora abbiamo potuto,
    con un po’ di ingenuità e molta sufficienza,
    affermare che c’era un modo “naturale” di vivere la sessualità e di fondare una famiglia,
    che le relazioni sessuali,
    la cui finalità procreatrice è evidente,
    trovano solo nella famiglia stabile,
    monogamica,
    educante,
    così come la incontriamo nei nostri paesi, coerenza e quindi moralità.”
    Con così tante castronerie scritte in un solo capoverso mi sorge il dubbio che tu sia ironico e lo stia facendo apposta per favorire un dibattito.
    Mi sembra ovvio che l’atto procreativo può avvenire solo fra uomo e donna, mi sembra ovvio che la famiglia monogamica sia l’unica a mettere sullo stesso piano un uomo e una donna.

    “In fondo è un po’ la stessa cosa di quando i teologi del passato
    si chiedevano quale lingua utilizzassero Adamo, Dio ed Eva
    nel Paradiso terrestre.”
    Abbiamo già capito che non sai una mazza di scienze naturali, abbiamo già capito che non sai una mazza di pedagogia,
    Sarai almeno d’accordo con me che da non si sia cominciati subito con l’italiano. O non sai una mazza neanche di filologia?

    “Quale lingua parlerebbe un bambino
    se non incontrasse nessuna lingua parlata attorno a lui:
    il latino?
    l’ebraico?”
    Ok, hai risposto…

    “Facciamo fatica ad accettare questa realtà benché evidente:
    l’uomo non esiste allo stato naturale
    ma sempre e solo all’interno di una cultura.
    Ma in quale scuola hai studiato? Quindi nasce prima la cultura e poi l’uomo e chi forma la cultura?

    “Non esiste una sessualità naturale
    come non esiste una lingua naturale.”
    Secondo me non sai manco di che parli, non sai dare alle cose un principio di causa ed effetto. Se non esiste una sessualità naturale come mai i figli, di qualunque animale pluricellulare nascono esclusivamente da esemplare maschio e femmina della stessa specie?

    “Non si potrà mai fondare sulla natura
    una morale della famiglia o della sessualità.”
    E su cosa? Sulla filosofia?

    “La bibbia ci dice che l’essere umano è stato creato,
    uomo e donna,
    il che significa non solo una differenza biologica
    ma una struttura relazionale attorno alla quale si costruisce ogni cultura umana.”
    Bravo, solo che non è una struttura ma LA struttura.

    “Il primo sostenitore della teoria del genere è,
    forse,
    san Paolo che spiega come in Cristo non c’è più né uomo né donna,
    anche se subito dopo difende tradizioni familiari caratterizzate da profonde diseguaglianze.”
    Non capisci una mazza manco di cattolicesimo.

    Quali che siano le leggi e i costumi di una società,
    la sola esigenza cristiana
    è il rispetto,
    l’uguaglianza,
    l’amore tra le persone
    senza dimenticare evidentemente il figlio frutto e posta in gioco di queste relazioni.
    A voler essere proprio pignoli, ma poi quì si scade nella filosofia pura e tu sembri ancora non averne l’età, il rispetto lascialo ai buddisti, tra il rispetto e l’amore c’è una differenza sostanziale pari all’acqua fredda e calda.

    “Si potrà dire che una certa istituzione sia la più favorevole all’amore rispetto ad altre.”
    Quindi ammetterai che l’ìistituzione monogamica e quella poligamica hanno diverse influenze, che l’istituzione di un matrimonio che sisforzi di restare saldo sia diverso da quello di una convivenza che non ha neanche il coraggio dell’impegno eterno

    Ma la regola dell’amore vicendevole
    resta il solo criterio veramente cristiano nelle relazioni tra uomini e donne … e figli.
    Già, quindi perchè non uomini con uomini, donne con donne e uomini con bambini?
    In fondo se c’è l’amore c’è tutto…

    So che dicendo queste cose
    faccio vacillare tutte le certezze
    che permettono di rifiutare i divorziati,
    di proibire l’accesso all’altare alle ragazze,
    di riservare il ministero agli uomini,
    di trattare gli omosessuali come devianti.
    Che di cristianesimo non ne capissi una mazza lo avevamo già capito, ma fermati che stai scadendo nel ridicolo!!!
    Fai vacillare il tuo equilibrio non chissà quali certezze.
    L’altare alle ragazze (come dici tu) è impedito dal fatto che Gesù avesse solo apostoli maschi se avesse voluto donne a ricoprire certi incarichi una l’avrebbe presa al pari di come ha scelto gli dodici maschi?
    “Non è possibile, a sostegno di quelle certezze,
    invocare l’autorità divina ricavabile
    dalla legge naturale o dal comportamento di Gesù.”
    A no?? e per quale motivo???

    “Non esiste altra legge
    all’infuori di quella dell’Amore
    ed essa è inscritta nel cuore di ogni uomo e di ogni donna.”
    Bravissimo!

    Peccato che Amore non sia sinonimo di sesso…svegliaa!!!

    ________________________
    da incompiutezza 16 ott. 2011 22:14
    Grande cosa la libertà di espressione.

    Vedi?

    Anche tu ne puoi usare,
    puoi fare tutte le affermazioni in cui ti riconosci.

    Spero che accetti anche la libertà altrui.

    Non esiste un pensiero a senso unico.

    Gli Apostoli erano 12, ognuno diverso dall’altro,
    quando vi era da decidere qualche cosa
    si dovevano riunire,
    facevano esperienza di libertà.

    Vedi?

    A proposito in ogni diocesi ci sono i corsi di teologia per laici,
    forse fai ancora in tempo per questo anno.

    A proposito,
    per me si ama anche con il sesso, con tutta la carne,
    e sono io a decidere quando,
    non altri per me.

    Grazie della sveglia.

    Per il resto,
    ho riportato un articolo scritto da uno degli eredi degli Apostoli,
    quello che viene chiamato vescovo,
    persone umane che sono tranquillamente criticabili,
    come erano criticabili gli uomini-Apostoli, al loro tempo,
    come è stato cricticato anche Pietro,
    e non di meno Paolo
    tra i cristiani dell’epoca.

    Auguri, Gesù è risorto.

    ti auguro la pace

    Rispondi

    • Ok, te l’ho detto dopo che ho capito solo in seguito che quello che ho scritto l’ho ribattuto a ciò che pensavo avessi scritto di tua spontanea volontà ma lo ripeterei tranquillamente al Vescovo. Cambia tutto in questo senso..non che ritratti per il fatto che lo abbia scritto un Vescovo.

  3. scusami, non avevo capito che queste cose le avesse dette il Vescovo.
    Pensavo fossero tue considerazioni sulle sue argomentazioni.
    Cambia tutto.
    Il fatto è che su certi argomenti perdo assolutamente la testa…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: