Radici cattoliche e furbizia di cattolici nel paese Italia.

1.400.000 sono le badanti in Italia.
circa 700.000 sono tenute in nero e non hanno contributi.

Chi li assume vuole che pensi ai propri genitori, suoceri,
ma devono stare zitti,
devono essere invisibili,
non hanno nè diritti, nè cittadinanza,
essere messi in regola una pura illusione.

Eppure basta che chi impiega una badante paghi 500€ per la regolarizzazione della sua presenza sul territtorio.
Eppure all’italiano di tradizione cattolica
non gliene può fregare di meno.

Chi cerca badanti,
si rivolge nella maggior parte dei casi alle parrocchie,
alle caritas,
sono queste istituzioni dove i laici cattolici e preti offrono servizi ministeriali di carità,
a cattolici più o meno strumentali al momento di difficoltà che stanno passando,
perchè codesti anziani stanno cominciando a vivere troppo a lungo
con i nuovi problemi legati al lento crollo della fisicità del corpo.

Sono gli stessi italiani di tradizione cattolica che pensano al proprio individualismo, al proprio piccolo piccolo mondo di benessere,
che accusano preti e cattolici impegnati nella ecclesia locale di proteggere i cosiddetti “deboli” che in questo momento sono soprattutto gli immigrati, perchè senza voce, senza diritti, destinati all’invisibilità in ogni senso.

Penso al nord-est italiano “bianco”, che ha dato schiere di missionari al mondo, gente che è andata a servire i più poveri nel mondo, ha dato sacerdoti, religiosi e laici di grandissime capacità ministeriali.
Oggi è tra le macroregioni più chiuse, che spesso hanno evasioni fiscali totali di imprenditori, ovvero gente che fa i soldi e mette tutto in tasca, usando comunque dei beni comuni dei cittadini pagati con le tasse degli altri.

Il resto dell’Italia?
Stesso livello.

Mentre il Papa porta avanti la sua crociata contro i relativisti, i laicisti, i secolaristi e quant’altro per inventare un pò di nemici,
l’individualismo cieco e sordo sta conquistando il profondo midollo dell’Italiano di tradizione cattolica.

Italiani di tradizione cattolica, entrano in società criminali mafiose o ‘ndranghetiste facendo giuramenti sull’Arcangelo Michele, sulla Vergine Maria, su Gesù e su strani cavalieri, si riuniscono anche in santuari mariani… per decidere o per loro congressi…
Dopo questi giuramenti, taglieggiano cittadini, ricattano, fanno girare droga mortale, assassinano, hanno i loro tribunali privati,
….in nome della tradizione cattolica.

Lascia riflettere…. questo san Michele Arcangelo
che viene “usato” come patrono da associazioni criminali,
da fondamentalisti cattolici,
dagli amici di Pontifex !

Giaaa! è anche patrono della Polizia (Forze dell’Ordine).
Tranquillizzante!
In fondo….
con san Michele Arcangelo
ciascuno vuole assicurato il “suo” ordine.

Che vuoi mettere quella “femminuccia” di san Francesco ancora a parlare di pace e fratellanza,
magari con quei maledetti colori dell’arcobaleno,
che il redattore biblico ha voluto incautamente far usare a Dio
per stabilire alleanza e pace dopo il diluvio universale?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: